L’età dei figuranti

Proprio ieri pomeriggio, fra un mezzo tuffo ed un altro in piscina, ho "provveduto" a ribadire la mia idea, probabilmente ammorbando di chiacchiere i miei interlocutori. Viviamo immersi nella società dell’apparenza, che purtroppo investe tutti gli aspetti (o quasi) della vita quotidiana. E’ questa strana esigenza di pensare neanche tanto a sè stessi, ma a quelli che gli altri pensano di noi stessi. Il figurare per forza sopra agli altri, da ogni punto di vista, soprattutto, innegabilmente, quello estetico. Non vuol dire essere più belli o cercare di esserlo. Ma farlo credere. Farsi vedere più avanti degli altri, più in vita, più "in figura". Poi come si è dentro poco importa, anzi non importa proprio niente. Importa quello che c’è fuori. Come dicevo tutto questo investe la quotidianità, arriva a toccare anche i posti che prima ci sembravano impermeabili alle storture della società, come le nostre Contrade di Siena, che invece, per un paradosso estremo, adesso elevano all’ennesima potenza questa strana (e stramba) esigenze. Un vero peccato, ma un peccato che non possiamo più espiare.
 
Ah proposito, stasera vado a vedere CapaRezza a Firenze…
 
…"Nella vita vince chi figura, farà passi da giganti chi figura, lo mette in culo a tutti quanti… benvenuti nell’età dei figuranti…"
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...