Archivi del mese: gennaio 2009

Le parole sono importanti

"Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti! Come parla? Cosa dice? Ma come parla? Le parole sono importanti". Nanni Moretti diceva così in un suo famosissimo film (Palombella rossa). Sono … Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

E la massa dei rompicoglioni!

"…I miei amici veri, purtroppo o per fortuna, non sono vagabondi o abbaialuna, per fortuna o purtroppo ci tengono alla faccia: quasi nessuno batte o fa il magnaccia. Non son razza padrona, non sono gente arcigna, siamo volgari come la … Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Il tempo da solo non basta

Oggi potrebbe essere l’ultima volta che scrivo di questo argomento. Sono stanco. Sono stanco delle persone che guardano solo a quello che vogliono guardare, che si chiudono nel proprio orticello. Eppure basterebbe poco per capire, per dialogare, per giungere ad … Continua a leggere

Pubblicato in News | 1 commento

Il sorriso

Ieri ho festeggiato il secondo compleanno di mio nipote. E ho ripensato ai due anni passati da quando c’è lui, anzi ai due anni e mezzo, piu’ o meno, passati, da quando, cioè eravamo in attesa. Beh sono stati due … Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

In direzione ostinata e contraria

 Questo è l’articolo uscito oggi sul Corriere di Siena, firmato Elio Fanali.   SIENA – Fabrizio è scomparso da dieci anni, ma Siena non se n’è accorta. O, perlomeno, non se ne è ricordata. Domenica scorsa correva il triste anniversario … Continua a leggere

Pubblicato in News | 2 commenti

Il disordine dei sogni…

"…e io contavo i denti ai francobollidicevo "grazie a Dio" "buon Natale "mi sentivo normaleeppure i miei trent’annierano pochi più dei loroma non importa adesso torno al lavoro. Cantavano il disordine dei sognigli ingrati del benessere francesee non davan l’ideadi … Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento

Violenza quotidiana

Stamani, anzi prima di pranzo, ho preso la macchina per andare acasa dei miei genitori. Ho notato una cosa abbastanza strana. In pochi chilometri di strada cittadina, ci sono state almeno tre persone che si sono incazzate. Un passante perchè … Continua a leggere

Pubblicato in News | Lascia un commento