Il tempo da solo non basta

Oggi potrebbe essere l’ultima volta che scrivo di questo argomento. Sono stanco. Sono stanco delle persone che guardano solo a quello che vogliono guardare, che si chiudono nel proprio orticello. Eppure basterebbe poco per capire, per dialogare, per giungere ad un compromesso. E lo dice uno a cui i "compromessi" non sono mai piaciuti. Pero’ quando si sbandierano valori morali e valori etici, poi bisogna applicarli per tutti, non unilateralmente. Non si puo’ pensare di usare due pesi e due misure, perche’ quel peso e quella misura ci tornano convenienti, perche’ fanno quadrare il conto del nostro discorso. E’ troppo facile non mettersi in discussione, non cercare di capire le ragioni dell’altro. Certo, gli errori sono prassi di tutti, l’importante è essere pronti ad ammerteli. Io li ammetto, io ne parlo, vorrei che anche gli altri lo facessero. Con tranquillità e chiarezza, senza voler aver ragione per forza, cercando di capire fino in fondo chi ci sta di fronte e non fermarsi alla superfice, a quello che ti dicono gli altri o, peggio, a quello che vuoi sapere e che non intendi mettere in discussione. Vorrei che in molti capissero che quello che ho passato io ha fatto del male, non solo a me, ed è stato un male del tutto gratuito e non "meritato", se poi ci fosse mai un male meritato. E che adesso che quel male è passato non sono stumentalizzato, ne’ voglio vendette, voglio solo pacificare la situazione. La pace, pero’, arriva da tutte due le parti, perche’ non esiste la pace unilaterale, altrimenti non e’ vera pace, ma solo una tregua che non puo’ durare. Venirsi incontro e capire l’altro, non credo sia cosi’ difficile, in qualsiasi condizione. Il tempo, da solo, non guarisce tutto.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il tempo da solo non basta

  1. Viola ha detto:

    Mi dispiace solo che tu debba aver avuto a che fare con questo modo di pensare e di agire.Sinceramente, io, non me ne farei di niente della "pace" dei gretti, nè tantomeno di chi valuta fermandosi alla superficie e in base a quello che dicono gli altri…che dire…io sarei fiera solamente di essere diversa, per fortuna, e non credo che spenderei nemmeno un minuto del mio tempo a cercare un compromesso con qualcuno/i che è completamente diverso da me per etica ed impostazione personale. Certo, al dialogo ci si deve aprire sempre come alla mediazione, da questi poi ulteriori strumenti per capire…mi pare che tu abbia capito che per l’ottusità non c’è dialogo che tenga, quindi mi stupisco, conoscendoti, che tu aneli ancora disperatamente a quel punto d’incontro dietro a cui io mi sarei stancata di correre…Oltre tutto dopo che, a quanto dici, la cosa ha ferito te e non solo…mi chiedo: ma chi te lo fa fare? Credo che tu ti sia abbassato abbastanza a conferire con l’ignoranza…non è da te e mi scadi!Ovvio che il tempo da solo non basta, ci vorrebbe un bel vaffanculo, passami il termine, e un’allegra concentrazione su ciò che ti gratifica e che ti appaga. Tante volte ti ho detto che la verità viene sempre fuori, ed è così e sarà così anche in questo caso, ma tu non puoi più voler abbassarti ad aspettare che qualcuno, dall’alto della propria ignoranza, rinsavisca!Oggi il mondo saluta Obama, una persona che sessant’anni fa nemmeno sarebbe stata servita in un ristorante proprio per le convinzioni di chi si chiudeva nel proprio orticello e giudicava soffermandosi alla superficie…. oggi è il Presidente del Paese cardine del mondo…e qui c’è ancora gente che resta arenata al suo scoglio e che si chiude nel suo orticello…che tristezza! Peggio per loro, per te no di sicuro e lo dimostra il fatto che tu invece ti evolvi perchè sei disposto ad andare avanti al di là di tutto anche se hai sofferto…Questo ti farà stare bene, ma chi non guarderà mai, ahimè, al di là del suo naso si potrà fregiare solamente della propria baldanzosa grettezza.Volta questa pagina…Un bacioConsiglio mio: fai il tuo con coraggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...