Travagli

L’altra settimana ho visto Marco Travaglio dal vivo. Sinceramente avevo
qualche dubbio nell’andare, non perchè non apprezzi quello che dice e
che scrive, ma perchè pensavo di uscire con il solito, grande, amaro in
bocca che, alcune volte, mi ha fatto persino saltare, di proposito, la
visione di Anno Zero. Troppo schifo per poter riuscire a guardare,
insomma, troppa rabbia verso questo paese e troppa impotenza per pensare
di poterne sentire ancora. A parte la piacevolezza, però, dei suoi
inerventi, perchè, purtroppo, in alcuni casi sono addirittura comici
(ma, ahimè, è tutta realtà…), questa volta è uscito con un messaggio
di speranza. Forse c’è un limite anche alle nefandezze di Berlusconi (ha
citato il caso Scajola), forse si intravede la fine del tunnel. Il
troppo stroppia. Utilizzo questo spunto per dire che, alla fine, uno non
può sempre esagerare. Non può sempre dire e sparare stronzate. Può
durare a lungo, certo, può reggere per giorni, mesi, persino anni, ma
alla fine, per forza di cose, almeno una verità, per quanto piccola,
addirittura insignificante rispetto al resto, viene fuori. Può e deve
venire fuori. Non se ne esce. Certo, direte voi, è più complicato che
venga furoi quando siamo immersi in un mondo che crede al sentito dire e
all’apparenza, ma vivere di equilibrismi e di bugie non può funzionare.
Non deve funzionare.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...