Grandi occhi

Qualche commento qua e là che ho letto sui social network mi hanno stimolato due righe. L’ho fatto altre volte, sullo stesso argomento, ma vedo che negli anni la situazione non cambia, anzi, se possibile, peggiora. Perchè all’inizio, lo confesso, la prima edizione del Gf stimolò anche la mia fantasia. Da appassionato del mondo della comunicazione, il riferimento al grande romanzo di Orwell mi affascinava ed ero curioso di capire di cosa si trattasse in realtà. Tale stimolazione, in efetti, durò pochissimo. Lo spazio di capire che la cosa non aveva nulla a che vedere con le implicazioni antropologiche e politiche di “1984”, ma voleva invece sollecitare il guardonismo degli italiani, la mania del pettegolezzo. O, peggio, lucidare una cultura basata sull’apparire, sulla stimolazione visiva più bieca, quella che predilige una presunta bellezza costruita (nel senso letterale) sull’ingnoranza (vera), la demoagogia, il pressapochismo, il bellarsi dei (presunti) difetti altrui. Negli anni, benchè abbia seguito molto marginalmente le varie edizioni, dalle informazioni che mi sono rimbalzate adosso ho capito che, pian piano, si è scivolati (se possibile) ancora più in basso. Esasperando certi atteggiamenti, chiamando personaggi ancora più biechi, gettando benzina sul fuoco di una polveriera che, altrimenti, avrebbe comunque smesso di bruciare, perchè chi lo guarda, probabilmente, non ha grande stimoli cerebrali, ma almeno prima o poi si annoia. Il problema serio è che la società di oggi è così: non tutta, ma buona parte lo è. Ci si nasconde dietro al fatto di “voler passare un’ora in tranquillità”, come se guardare qualcosa di culturalmente più elevato non potesse far ridere e rilassare, probabilmente anche di più. Questo ci propina lo schermoe questo noi fagocitiamo come ruminanti, rimasticandolo e digerendolo, appunto, due o tre volte. Ridere alle battute (del cazzo) sull’omofobia, sulla sessuofobia, sull’ignoranza e il razzismo, sul classismo. La cultura dell’apparenza e non della sostanza ci invade e ci domina. Intanto, però, io mi rifiuto di guardarlo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Grandi occhi

  1. orsolanna ha detto:

    non sei l’unico….io ne ho piene le scatole perchè ce lo propinano a qualsiasi ora insime ad altri progammi ugualmente dementi… ormai ho detto addio alla tv, solo cinema e libri……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...