Ognuno in casa sua

Per chiarire. Ognuno in casa sua fa ciò che gli pare. Qui non stiamo parlando di “comportamenti libertini”, ma di reati: due, in particolare. Sfruttamento di minorenne e concussione. Con la possibilità che ci sia anche sfruttamento della prostituzione. Sono cose ben diverse da un “comportamento sessuale libertino”, che personalmente non mi interessa. Benchè, potrebbe sollevare qualcuno, un presidente del consiglio dovrebbe tenere un comportamento di altro tenore. Soprattutto se, poi, difende alcuni “valori” (sottolineo le virgolette) tipici della matrice cattolica. Come al solito si usano due pesi e due misure. Quando ci sono da prendere i voti dei chiesofili, si citano i valori della famiglia e della (presunta) difesa della vita. Quando, invece, si vuole soddisfare il proprio “fisico”, si invitano donne e minorenni in casa. E’ successo mille altre volte e mille altre volte succederà. In tutto questo, cosa fa il mondo dell’informazione? Quello che ha fatto fino ad ora: influenza e non informa. Del resto il novanta per cento dell’informazione è in mano sua. E comunque sempre meglio parlare di bunga bunga e donnine che del fatto, ad esempio, che il premier sia stato tirato in ballo, ancora una volta, da un pentito di mafia. Consoliamoci: Al Capone fu mandato in galera per evasione fiscale e non per associazione a delinquere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...