Carezze

Avrei diversi sassolini da togliermi dalle scarpe, perchè questa campagna elettorale a Siena, ancora una volta, è stata costellata da veleni e, chiamiamole così, valutazioni miope e di parte. “Come ogni volta quando si parla di elezioni”, direte voi. Può darsi, ma questa città riesce sempre ad esprimere un certo grado di recrudescenza quasi violenta, di ammorbamento dell’aria e di ignoranza, di qualunquismo e superficialità, di “leggende metropolitane” e di pressapochismo che, “ogni volta”, mi stupisco. Non importa. Perchè, a volte, bastano pochi gesti per riportarti ad una realtà estremamente positiva. L’altro giorno, ad esempio, mi è capitato di accompagnare il nuovo primo cittadino per venti metri venti nella via principale del cnetro storico. Per fare questi venti metri ci sono voluti almeno venti minuti, perchè tutti quelli che incontravamo, anziani e più giovani, uomini e donne, hanno rivolto un saluto, un abbraccio, una stretta di mano. Erano gesti non di piaggeria, ma di richiesta. Di speranza. Cercavano negli occhi del sindaco una rassicurazione, un sorriso, semplicemente un gesto che potesse far guardare loro ad un futuro più sereno. Magari nell’immediato e magari non con qualcosa di eclatante, ma con qualcosa di rassicurante. Questo è il gesto della speranza e cosa cercano i cittadini. Non risse e livore, ma carezze.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...