Indignati e indignato

“Sono indignato”. C’è un sacco di gente che in questi giorni usa questa espressione. Dai giocatori citati nella vicenda calcioscommesse agli indignados spagnoli (e ultimamente americani) che, se permettete, hanno qualche piccola ragione in più per essere, per l’appunto, “indignati”. Una indignazione che, sinceramente, mi ha fatto un po’ sorridere è quella di Mario Balotelli. E’ uscita la notizia secondo cui nel giugno scorso il giocatore ex Inter avrebbe fatto visita al quartiere di Scampia a Napoli. “Era curioso di sapere se esistevano i posti del film di Gomorra”, ha detto il suo procuratore. Peccato che, secondo alcuni inquirenti, si è fatto fotografare con alcuni boss della Camorra. Sicuramente non c’entrerà niente con Gomorra, ma un pizzico di lungimiranza in più non guastava. Perchè il problema è che con una semplice foto si distruggono mesi (se non anni) di lavoro certosino sui giovani che la Camorra recluta ogni giorno, sulla facilità di guadagno che offre. Ed un calciatore giovane e famoso, pieno di donne, cosa fa? Una bella foto nel quartiere a Scampia con un boss o forse due. Complimenti. Poi si indigna. Poi. Responsabilità di un milionario sarebbe anche capire dove e con chi va. Consiglio: a Napoli ci sono altri posti da visitare. Un museo, no?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...