Uniamoci

Adesso uniamoci, dopo, ma solo dopo e al nostro interno, facciamo alcune riflessioni. Questo è il momento dell’unità e della difesa della nostro Palio, della nostra Festa. “..”…Perché l’amore dei senesi per il cavallo vive nel cuore di ogni contradaiolo….”, ma anche perchè il Palio è prima di tutto una festa dei senesi e spetta a noi, noi singoli, difenderlo per primo, a partire dalla nostra intimità per arrivare all’esterno, passando per i social network e le chiacchiere di vicolo. Si parte e si deve partire, dunque, da noi stessi, tutti dobbiamo essere parte e responsabili in questo delicato meccanismo, in questo puzzle che poi forma uno scudo unico e culturalmente inattaccabile. Le analisi su meccanismi interni che hanno (o non hanno) funzionato in passato lasciamole a noi stessi. Una unica riflessione mi sento di fare qui: la candidatura del Palio a patrimonio dell’Unesco, che qualcuno ha quasi “disprezzato” qualche mese fa, in questi casi sarebbere servita. E anche parecchio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...