Il giornalismo è un’altra cosa

Fare il giornalista non può essere un hobby. L’informazione e la comuniazione hanno una tale importanza nel mondo di oggi che non è possibile che siano gestite da part time, oppure da persone senza una comprovata professionalità. Quando dovete costruire un muro vi rivolgete ad un dentista o ad un bancario, oppure ad un muratore? Quando avete bisogno di una consulenza legale, vi rivolgete ad un muratore o ad un avvocato? Ebbene, quando c’è da scrivere un articoè necessario far riferimento ad un giornalista. Necessariamente (e non possibilmente) ad una persona che ha professionalità: non si scrive per hobby o come dopolavoro. Lo si può fare, certo, ma bisogna dirlo e farlo sapere. Troppo spesso, in passato e anche nel presente, si confondono i mestieri, nel nome della libertà di stampa e di cronaca (che sono ben altre cose). Troppo spesso si pensa che chiunque possa fare questo lavoro. Chiunque possa, ad esempio, aprire un blog anonimo a cui rilasciare interviste: il giornalismo, che ha una sua carta deontologica, è un’altra cosa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il giornalismo è un’altra cosa

  1. Pingback: Una strana idea di libertà di espressione… « IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...