Sullo Spedale

Sono da sempre contro i luoghi comuni, la superficialità, gli slogan urlati e gettati a casaccio sui social network e le frasi fatte, tanto care a chi si sveglia la mattina e spara, magari su Facebook, ovvietà e banalità. Soprattutto quando c’è di mezzo il lavoro, le famiglie, un mutuo da pagare. Eppure, alcune volte, non c’è bisogno di essere giornalisti, storici o ricercatori. La verità è lì, a due passi, basta avere voglia di prenderla. Il Santa Maria della csala è a rischio chiusura. Entro la fine del mese potrebbe chiudere i battenti. Questo è un fatto. Altro fatto. Il consiglio comunale dello scorso 20 marzo (i verbali sono pubblici e consultabili) aveva deliberato la creazione della Fondazione di partecipazione, che staccava il Santa Maria dalla dipendenza dalla Fondazione Mps, in modo da “mettere in sicurezza” il Santa Maria della Scala stesso (e quindi i dipendenti, il complesso in generale, motore di un patrimonio culturale e turistico senza il quale sarà difficile anche solo pensare un futuro). Poi qualcosa si è interrotto (e questo lo sappiamo tutti, come quando, dove e soprattutto perchè). Altro fatto: a giugno la giunta uscente (all’unanimità…) mette insieme una variazione di bilancio che prova a ri-mettere in cassaforte lo Spedale, ma il consigilio comunale la boccia. Questi sono fatti, non opinioni. Possiamio stare a discutere se in passato si è gestito bene, male, malissimo o benissimo lo stesso complesso museale in passato (ma non è una questione di mesi, bensì di anni), ma le chiacchiere stanno a zero, i fatti sono altri. Adesso c’è l’impegno di qualcuno per cercare di rimediare. Una domanda a questo proposito: ma per salvaguardare i lavoratori bisogna per forza avere cariche istituzionali o si può farlo anche da liberi cittadini? Di tutto questo, come sempre, sono pronto a discutere in pubblico, mettendoci la faccia. Io.

Ps: Mi ha fatto sorridere leggere frasi tipo “nessuno ha masi smentito niente di quello che pubblichiamo”. Ci credo, come si fa a smentire una cosa che non porta una firma su un blog che ha commenti filtrati? La vedo dura. Al momento ho l’acqua corrente in casa e anche la corrente elettrica, l’anello al naso me lo sono tolto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sullo Spedale

  1. Pingback: La rubrica dei Disastri – Il Santa Maria della Scala chiude… Ma c’è qualcuno che cerca ancora di arrampicarsi sugli specchi!!! « IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

    • eliofanali ha detto:

      Non mi pare proprio di arrampicarmi. Ho portato FATTI e non opinioni. Evidentemente non siete abituati a far parlare i fatti, ma solo a buttare la’ opinioni. A ognuno la sua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...