Calma e gesso

La vittoria del Siena (la prima nella storia) contro l’Inter a San Siro mi dà lo spunto per un post domenicale. Tre punti importantissimi, che possono permetterci di tornare in partita, quella della salvezza, dalla quale sembravamo già esclusi fin dall’inizio. L’aspetto sportivo mi interessa, ma ancora di più mi interessa curare un altro aspetto. Nelle settimane scorsa in tanti mi hanno contattato, esprimendo pessimismo sulla campagna acquisti, sul modo di fare calcio scelto dalla società e dal direttore sportivo. E più in generale contestando duramente la dirigenza. Avevo un’idea e resto di questa idea anche dopo un successo del genere, senza esaltare me stesso e, soprattutto, rispettando comunque chi critica.  Credo che la differenza in un’idea, in un progetto, in una qualsiasi intuizione, sia la logica. Se c’è una logica, siamo già a buon punto. Poi questa logica può rivelarsi sbagliata o meno, ma almeno a qualcosa si è pensato. Il mercato: non possiamo prescindere, vista la situazione economica della società, da una campagna acquisti fatta comprando a pochissimo (anche per gli ingaggi) e vendendo a tantissimo. Magari provando a scovare qualche talento all’estero o in Italia. La società: bisognerebbe conoscere meglio la situazione dell’Ac Siena a giugno, cosa è stato fatto per salvarla, quale è il progetto che è stato approntato per far sopravvivere la Robur. Bisognerebbe anche capire la pessima situazione finanziaria, derivata anche dalle gestioni del passato, che hanno conquistato successi incredibili, però dovendo vivere “alla giornata”, senza cioè un disegno pluriennale e, quindi, accumulando situazioni debitorie che, a giugno, non era più possibile sopportare, vista anche la situazione deficitaria dello sponsor principale, alle prese, con tutto il rispetto, con problemi ben più ampi di un bilancio di una squadra di serie A, che pure muove passione e (qualche) interesse economico cittadino. Come al solito, quello che ci serve è trasparenza. Ed anche calma e gesso, nel giudizio del passato, del presente e del futuro. Sempre con la passione dei tifosi, certo, visto che quella, al momento, non si può tassare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...