Non conto più per nessuno

Prendo spunto da alcuni commenti o da alcuni post che leggo sui social network. Ce ne è un’altra: il “controllo” che viene fatto a Siena sui social network. C’è una tendenza molto strana: quando uno dice qualcosa, subito dopo si autodice, anche da solo, “mi controllano”. Una schizofrenia, direbbe un osservatore esterno. In ogni caso credo sia necessario riacquistare calma e lucidità. Se io posto, scrivo, faccio un video, addirittura parlo in piazza e qualcuno si sente diffamato per quello che scrivo, dico, faccio, ha tutto il diritto di procedere a querela. La querela (che, ricordo, non è una condanna) non deve essere usata come minaccia, a parer mio, ma semplicemente fatta: se una persona si ritiene offesa, fa bene a procedere. Sara’ poi un giudice terzo a stabilire se ci sia stata offesa o meno. E guardate che nel caso in cui viene stabilita la “non offesa”, chi ha parlato può rivalersi. Mi pare molto semplice. E, in secondo livello, mi pare una “semplice” assunzione di responsabilità. Io dico, io faccio, io posto, io scrivo: sono libero di fare tutto ciò che voglio, il mio confine è, come in tutto il mondo democratico, il rispetto per l’altrui dignità. Che non puo’ essere giudicata da me medesimo, neppure dall’altro, ma da un terzo. Il giochino del nascondersi, dell’anonimo, della difesa dell’anonimato per presunte minacce o ritorsioni di un “sistema”, sinceramente, mi pare solo un nascondiglio ulteriore per offendere con l’immunità a destra e manca, oppure, ed è anche peggio, per attaccare un “sistema” che magari, negli anni, si èa ddirittura utilizzato o contribuito a creare. Ed ancora: se queste minacce ci sono davvero, sono reali, benissimo (anzi, malissimo, perchè non è bello): c’è la possibilità di difendersi. Come in tutto il mondo democratico, Siena, lo ricordo, è in Italia.  In ogni caso, la Corea del Nord e l’Iran sono un’altra cosa: leggere per credere, perchè non voglio invitare a viverci, sarebbe veramente troppo brutto. Detto questo, niente nascondino e non conto più per nessuno. Perchè poi c’è la tana.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...