Che cosa è la destra, cos’è la sinistra ? E una postilla

Avevo detto che sarebbe stato interessante scorrere le liste dei (tanti) candidati al consiglio comunale di Siena. In alcuni casi non c’è stato bisogno di aspettare il 27 aprile, data di scadenza per la presentazione delle liste. Ho letto, ad esempio, con interesse le dichiarazioni di Giancarlo Meacci. Membro della Fisac Cgil, ex Pci, Pds, Ds e Pd, adesso nella lista “Siena Rinasce” a sostegno di Eugenio Neri e membro dell’associazione “Ora Siena”, quella fondata dall’ex capogruppo Ds (ex Pci e Pds) Lapisti e dagli ex amministratori Bindi, Minuti, Fiorenzani (che meriterebbe un capitolo a parte, visto che risulterebbe ancora iscritto al Pd e partecipante attivo all’assemblea comunale, salvo poi fare comizi “contro” alla Costarella) e dell’ex amministratore del Cda di Mps Borghi e vicino all’ex sindaco Maurizio Cenni (lo ha scritto l’Ansa, a scanso di equivoci, non io). “Sono da sempre di sinistra – ha detto – , ma e’ innegabile che in questa fase sia necessario superare gli steccati ideologici e recuperare una dialettica democratica. Non mi fido di chi per costruire ha bisogno di distruggere tutto, dobbiamo ripartire da quanto e’ stato fatto di positivo”. Ognuno può cambiare idea come e quando vuole, ognuno ha le sue, pero’ vorrei capire come si conciliano (con la dialetta democratica?) le idee di sinistra con quelle, ad esempio, di Agostino Milani (ex Msi, An e Pdl, nella stessa lista) oppure con quelle degli alleati dei “Moderati di centrocedestra” (moderati?), nelle cui file ci sono anche esponenti de “La Destra” di Storace. Certo, il tanto sbandierato civismo a volte può nascondere tutto, ma poi ci sarebbe da amministrare una città e prendere decisioni. Magari secondo dei valori, delle idee. Da quelle più “alte” a quelle un po’ più “basse”. Ad esempio come conciliare le idee su unioni di fatto, eutanasia o laicità dello stato; o, più semplicemente, quelle su welfare, liberalizzazioni, sanità e sociale. Un ex Pci e un ex Msi possono certo essere folgorati (o illuminati) sulla via di Damasco, dopo che per anni, forse decenni, si sono guardati “in cagnesco” sugli scranni del consiglio comunale o per il Corso, nessuno lo nega, ma forse sarebbe meglio spiegare quali siano le loro idee comuni per il futuro. Quelle concrete, su alcuni punti di disaccordo di ieri, ad esempio. Tanto per chiarezza verso i cittadini di Siena. “Che cosa è la destra, cosa è la sinistra”, diceva Gaber, ma aggiungeva anche “l’ideologia malgrado tutto penso ancora che ci sia”.

PS: Caro l’Eretico, pensavo che, pur nelle schermaglie “ideologiche” e dialettiche, fra noi ci fosse almeno un minimo di rispetto. Evidentemente mi sbagliavo. Continuate pure – tu e i tuoi amici anonimi, fra illuminati e sciaquoni – a etichettare, bollare, insinuare, offendere pure professionisti che fanno (provano a fare) solamente il proprio mestiere. Continuate , fra il detto e non detto, fra il “se e il ma” (a casa mia, era ed è il paradiso dei coglioni), fra la presunta ironia, a sparare escrementi e denigrare senza sapere assolutamente niente di me o di altri, e, nel delirio della vostra (presunta) onnipotenza, pensare di fare il cane da guardia (di chi non si sa), mettendo qualche assurda pulce in qualche altrettanto assurdo orecchio. Ho le mie idee (come tu hai le tue…o sono solo le tue quelle buone e giuste e sante?), ma non le porto mai sul mio lavoro; per essere chiarissimi non sto lavorando a nessuna campagna elettorale di nessuno, non cerco incarichi futuri da nessuno, non sono stato (ahimè) assunto da nessuno: cerco solo di fare, con la massima professionalità possibile, il mio umile lavoro. Quando vorrai (vorrete) vedere il mio curriculum, visto che si parla tanto di merito, meritocrazia e professionalità, e le mie ultime dieci dichiarazioni dei redditti, nonchè l’estratto conto del mio c/c, sono a disposizione. Poi, magari, vediamo anche i vostri. Quando vorrai fare a cambio con il mio attuale stipendio mensile (non arrivo a mille euro, magari anche per colpa mia, senza dubbio…ma non grido al regime o al sistema gramo; sono arrabbiatissimo, ma non tiro escrementi a destra e manca), chiedi pure. E ogni tanto scendi (scendete) dall’altare, fa bene un bagnetto di umiltà. Saluti

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Che cosa è la destra, cos’è la sinistra ? E una postilla

  1. antonio ha detto:

    Meacci, Borghi e c. insieme a Milani è….incommentabile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...