Pinassi e quella bandiera del Nicchio

Domani si chiudono, in maniera definitiva, le candidature a sindaco e quelle delle liste dei consiglieri comunali. Numerose liste sono già state depositate e qualche interessante aspetto, fra tante dichiarazione di “nuovo” e di “cambiamento” l’ho già notato, ma ne parlerò nei prossimi post, quando ci sarà il quadro definitivo. Scorrendo, intanto, qua e là i vari schieramenti, ho notato il video messaggio di Michele Pinassi (http://www.youtube.com/watch?v=OlcD72vK0Zo), candidato Sindaco del Movimento Siena Cinque Stelle. Non entro assolutamente nel merito di alcuni contenuti, opinabili secondo alcuni, discutibili secondo altri, giustissimi secondo altri ancora. Ognuno faccia le sue valutazioni. Mi permetto, però, di far osservare quanto stoni quella bandiera del Nicchio dietro al candidato. Non so se, addirittura, ci siano le basi per un intervento del Consorzio per la Tutela del Palio, perchè associare una bandiera ad una propaganda politica-elettorale mi sembra davvero censurabile. E’ chiaro che anche altri candidati, essendo di Siena, siano legati a questa o a quella Contrada e nessuno disconosce l’appartenenza di Pinassi. Un conto, però, è dire di essere contradaiolo, un altro è quello di mostrare, in bella vista, la bandiera del proprio rione in un video messaggio elettorale. QUantomeno evitabile, no? Spesso si fa riferimento, a Siena, alla cultura, ai valori, alla tradizione e alla storia. Non voglio essere demagogo, perchè, conoscendo bene il mondo delle Contrade, conosco certe storture e certe problematiche, ma mai mi sarei sognato di vedere una bandiera in uno spot elettorale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Pinassi e quella bandiera del Nicchio

  1. Use your brain ha detto:

    ….e quindi ?!? Non devo votare nemmeno Pinassi ?!? Ho capito bene ??!

  2. carli lodovico ha detto:

    cosa non si fa’per un voto

    • UnoQualunque ha detto:

      se prendi il voto di un nicchiaiolo e lo perdi uno di un montonaiolo, alla fine che ci hai guadagnato?

      • eliofanali ha detto:

        In quanto elezioni di Siena, al voto ci andranno i senesi, che, quasi tutti, appartengono a questa o a quella contrada, quindi normale che si parli di voti di questo o di quel contradaiolo. Io credo che, però, i voti non si debbano prendere o dare in base alla contrada, ma ad altro. E, soprattutto, che non si usino emblemi delle contrade in spot e messaggi elettorali, come, del resto, la regola vuole per pubblicità varie (c’è un Consorzio apposta, sull’utilità del quale credo tutti siano d’accordo, anche se poi qualcuno potrebbe magari obiettare sull’attività fin qui svolta, per me puntigliosa). Sul connubio politica-contrada-Palio possiamo anche parlarne, certo, ma il problema che io ho sollevato con questo post è di altra natura. Altrimenti si dice “Che ore so?” e si risponde “Son cipolle”.

  3. Enrico Tucci ha detto:

    Il Nicchio in queste elezioni la fa da padrone ..,

  4. Pingback: E’ Palio e non è valium | Il blog di Elio Fanali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...