L’analisi delle liste: Impegno per Siena

In un primo momento si era schierato, con la sua “Impegno per Siena” a sostegno di Eugenio Neri. Poi, con il passare del tempo, i mal di pancia devono essere aumentati, e circa un mese fa, Marco Falorni ha deciso di correre da solo. Evidentemente la presenza di alcuni ex amministratori ed ex componenti della maggioranza di centrosinistra con Neri non è stata digerita: Falorni vanta un’esperienza pluriennale all’interno del consiglio comunale, dove è presenze fin dal lontano 2001, sempre in minoranza. A capo del suo comitato elettorale c’è Massimo Fabio, candidato del centrodestra a sindaco di Siena nello stesso 2001 contro Maurizio Cenni. Ma alle spalle di “Impegno per Siena”, visto che era presente anche alla conferenza stampa di presentazione, c’è anche l’ex sindaco (due mandati e mezzo , più uno come assessore) ed ex candidato a sindaco (2006, sempre contro Maurizio Cenni) Pierluigi Piccini, reduce dall’esperienza lavorativa con Mps France a Parigi e attivo con le liste civiche da anni. La novità più clamorosa che ha accompagnato la candidatura di Falorni è stato l’appoggio della Lega Nord: dopo mesi in cui gli esponenti del Carroccio senese – anche su questo blog – hanno ripetuto la volontà di “presentare il proprio simbolo e il proprio candidato”, c’è stato infatti un improvviso dietrofront. Niente simbolo (peraltro quello apparso sui muri di Siena era sbagliato, visto che c’era sempre la scritta “Bossi”, non più a capo del Carroccio da diversi mesi) e il candidato, il dipendente Mps Maurizio Montigiani, diventato “solo” capolista di “Impegno per Siena”. Da tempo – stando ai “si dice” – la Lega sarebbe “il braccio armato” delle liste civiche. Lo stesso segretario leghista Francesco Giusti, anch’egli dipendente Mps, che aveva parlato a più riprese della presenza autonoma della Lega nelle liste, è fra i candidati al consiglio comunale. Scorrendo la lista ci sono altri aspetti interessanti. Ad esempio Renato Lucci, altro ex dipendente Mps e, soprattutto, ex segretario dell’unione comunale dei Ds di Siena (ed ex Pci-Ds), ex dirigente di una partecipata del Comune di Siena ed attuale esponente delle Liste civiche. Perlatro fu anche protagonista (ma solo come pensionato Mps…) di una puntata di “Report”. Scorrendo ancora la lista si nota anche Fausto Tanzarella, appena qualche mese fa attivissimo esponente del Centro Democratico di Bruno Tabacci, impegnatissimo nelle elezioni primarie del centrosinistra (quelle Renzi-Bersani, per intendersi) ed esponente dell’Api di Rutelli. Presente nella lista anche l’ex esponente del centrodestra Emilio Valenti, altre volte candidato al consiglio comunale con il centrodestra.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...