E’ ballottaggio Valentini-Neri: partita aperta?

Ci sarà tempo (altri quindici giorni) per fare un’analisi più approfondita del voto, candidato per candidato e lista per lista, delle amministrative di Siena, anche in vista della possibile composizione del consiglio comunale. Le prime impressioni sono che la politica dell’urlo abbia un po’ stancato, così come quello della polemica a tutti i costi. Ma su questo ci tornerò sopra nei prossimi giorni. Guardando ai numeri è chiaro l’aumento delle persone che, nonostante il clima, hanno preferito una domenica di vacanza al voto (più o meno tremila senesi in meno alle urne rispetto a due anni fa ed anche rispetto a febbraio scorso) e un ballottaggio che appariva abbastanza scontato, per tante ragioni. Da una parte un quasi ovvio ridimensionamento del Pd e un assottigliamento dello schieramento del centrosinistra; dall’altro la presenza di ben otto candidati a sindaco (e quasi cinquecento aspiranti al consiglio comunale). Dopo vent’anni esatti, dunque, si torna al secondo turno (ultimo fra Piccini e Carnesecchi nel 1993). Bruno Valentini parte dal 39,5% e ha dichiarato di non voler fare apparentamenti; Eugenio Neri è al 23,3% ed anch’egli cercherà alleanze più fra gli elettori che vere e propre alleanze. Anche perchè nel primo caso l’unico che potrebbe costituire una stampella è Mauro Marzucchi (intorno al 5%), visto che Laura Vigni (exploit personale con il 10%, non supportato però dalle tre liste della coalizione, ch saranno fuori dal consiglio comunale) ha già detto di non volerne sapere; nel secondo è Marco Falorni (anch’egli intorno al 5%), visto che Enrico Tucci (buono il suo 6%) si comporterà come la stessa Vigni. Fuori dai giochi Corsini (1,5%), mentre Pinassi e i Cinquestelle (crollo all’8% dopo le mega percentuali di febbraio) staranno a guardare. Sedici punti percentuali di ritardo, da recuperare in quindici giorni, sono tanti, ma l’esito del ballottaggio non è scontatissimo. La partita rimane non scontata: certo 4700 voti di differenza fra i due candidati “ballottanti” sono difficili da colmare, ma attenzione all’ulteriore astensionismo e agli “apparentamenti” non sulla carta, ma nell’urna.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...