Dopo il toto-giunta, il toto-presidente

Chiusa la questione della giunta comunale, al lavoro da oggi, è stata convocata la prima seduta del Consiglio Comunale per il prossimo 27 giugno. Al di là della “presentazione” ufficiale alla città, diventa una riunione importante perchè si procederà all’elezione (non nomina) del presidente e del vice presidente del consiglio comunale stesso. Figure importanti, soprattutto la prima, assimilabile a quella di un assessore (remunerazione compresa), ma eletto in seno al consiglio comunale stesso, tanto che il presidente ha diritto di voto e, in sostanza, conserva lo status di consigliere comunale. Leggendo lo Statuto del Comune di Siena, non si fanno riferimenti a questo o quello schieramento dal quale deve essere eletto il presidente. L’articolo 13, infatti, oltre alle modalità di votazione, recita così, al quarto comma: ” il Consiglio Comunale elegge, fra i componenti appartenenti allo schieramento opposto a quello che ha espresso il Presidente, il Vice Presidente, con le stesse modalità del primo. Qualora, effettuate le tre votazioni, nessun candidato dello schieramento opposto a quello che ha espresso il Presidente, sia rimasto eletto, si procede a nuova votazione e viene proclamato eletto colui che avrà riportato il maggior numero di voti”. Dunque il Presidente può essere eletto indistintamente fra le fila della maggioranza e dell’opposizione, basta che poi il suo vice sia, almeno nelle prime tornate, dello schieramento opposto. Prassi voleva l’elezione di tale figura all’interno della maggioranza comunale e, in particolare, fra gli eletti del partito con più voti. Non ci sono però norme precise di riferimento. Al momento gli “spifferi” che provengono da Palazzo Pubblico e le varie indiscrezioni che ho raccolto raccontano di una possibile candidatura, secondo alcuni paventata anche dal sindaco Valentini, di Mauro Marzucchi che, in questo modo, potrebbe avvicinarsi alla maggioranza, anche se al momento fa ufficialmente parte dell’opposizione. Da Statuto, quindi, il suo vice dovrebbe essere eletto nella maggioranza, dunque, se il percorso di Marzucchi andasse a completamento, il Consiglio Comunale si ritroverebbe con una presidenza tutta espressione della maggioranza. Problema comunque risolvibile. In ogni caso le quotazioni di Marzucchi sembrerebbero in discesa, mentre, sempre da alcune indiscrezioni, il capogruppo di Sel Pasquale D’Onofrio vorrebbe proporre all’assemblea il nome di Enrico Tucci, candidato sindaco per Cittadini di Siena. Un “incrocio” fra maggioranza e opposizione che potrebbe realizzarsi anche con la proposta del consigliere Trapassi (ex assessore con Ceccuzzi, eletto con Siena Cambia ed espressione di Alberto Monaci) di portare alla presidenza del consiglio comunale Marco Falorni, candidato sindaco per Impegno per Siena. Non entro assolutamente nel merito per quanto riguarda le figure citate ed esprimo solo un pensiero personale: al di là della prassi, credo che la maggioranza debba fare la maggioranza e che l’opposizione debba fare l’opposizione. Dunque credo sia giusto che il Consiglio Comunale venga guidato dallo schieramento che ha ottenuto più voti e che l’opposizione abbia altre opportunità per collaborare fattivamente al governo della città. Anche per evitare che dietro il “bene comune” si nascondano, non da parte mia, insinuazioni o leggende metropolitane su commistioni e inciuci, come già accaduto in passato.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dopo il toto-giunta, il toto-presidente

  1. Enrico Tucci ha detto:

    Mi ritrovo candidato alla Presidenza del consiglio comunale “a mia insaputa”. Personalmente ritengo che il Presidente del consiglio comunale debba essere espressione della maggioranza che governa e pertanto è una carica alla quale non posso candidarmi né essere candidato. Ovviamente il prescelto dovrà avere caratteristiche di equilibrio ed autorevolezza perché rappresenta comunque tutto il consiglio comunale e qualche volta dovrà resistere anche alle pressioni di chi l’ha eletto. Qualcuno parla oggi di una mia scelta di campo. L’ho già fatta da tempo e coerentemente mi comporto: sto con i cittadini di Siena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...