Dalla Sicilia con furore

Per motivi personali ho dovuto ricorrere ad una aiutante (non direi badante) per mia nonna per alcune ore al giorno. “Sono da settembre a Siena – una delle sue prime frasi – e vengo dalla Sicilia. Là non avevo lavoro e appena sono arrivata qua mi sono subito innamorata della citta’, per cui ho subito deciso di rimanerci. Qua le cose funzionano, il sociale c’è, con la Sicilia non c’è paragone”. “Speriamo che continui” le ho risposto io “perchè Siena ha diversi problemi”. Al di là del dialogo e del fatto che la persona in questione sia qui da settembre (e abbia dunque vissuto questi ultimi drammatici mesi), da questa sua frase prendo spunto: credo che in questa torrida estate sia necessario recuperare un po’ di equilibrio nei giudizi di noi senesi. Ricominciamo a guardare quello che abbiamo intorno, cogliendone anche gli aspetti positivi, in confronto anche al mondo che è fuori Porta Camollia. La campagna elettorale, durata più di un anno, è finita e, sebbene sia necessario conservare un dibattito vivo e aperto sui temi più importanti della città, credo sia altrettanto necessario accantonare veleni e slogan a aprirsi ad un dibattito, vero, di idee e proposte. E sui contenuti, quelli altrettanto veri, sui dati e sui fatti, non sulle supposizioni: non per una forma di buonismo o di “volemmose bene”, ma per questo è necessario alla città e alla sua rinascita o ripartenza. Certo il senese ha da sempre una sua natura “Balzana”: tutto bianco o tutto nero, in perfetto clima e stile palieschi. Ma questo e’ il momento di recuperare lucidità ed anche equilibrio. I problemi ci sono, sono grandi, non va certo tutto bene. Ma neppure tutto male. Siamo passati da una città in cui pareva che tutto andasse bene ad una città in cui tutto deve per forza andare male, in cui si fa un minestrone di tutto e i cui ingredienti fanno comunque schifo, anche se sono colti direttamente dalla terra senza conservanti. Alcuni esempi? Si dice che il turismo sia ko. Appunti “si dice”. Poi vai a guardare i dati pubblicati da  CorriereEconomia e questi indicano Siena metà graditissima in tutta Italia. Si dice che il sociale non funzioni, poi si sa invece che le quote degli asili nido rimarranno tali(http://www.sienanews.it/2013/07/24/comune-di-siena-non-variano-le-quote-di-compartecipazione-per-nidi-e-scuole-dinfanzia/) . E poi l’università: in dissesto finanziario, a rischio chiusura, eccetera, eccetera eccetera: intanto il Censis ha sancito come sia la migliore d’Italia e che il debito pregresso, pur fra mille sacrifici, sia in rientro. Gocce nel mare e non soluzione ai problemi? Certo, forse. Ma esempi, dati, spunti e le leve da cui ripartire. Oppure, ancora, chi si diverte a denigrare tutto e tutti: non andava bene il concerto di Patti Smith lo scorso anno (troppa confusione, soldi spesi male); non va bene la Notte Bianca quest’anno (troppa confusione), addirittura ci si lamenta di “Siena and Stars” (faccio solo un esempio, personalmente non ho seguito alcun concerto) perchè “rovinerebbe i monumenti del Duomo”. Ora,  tutto e’ migliorabile, tutto è discutibile, ma non si può invocare “movida” per esercenti e commercianti e poi rifiutare qualsiasi cosa perchè c’è troppa confusione. Però, no, va comunque tutto male: è la Siena Tafazzi che avanza, quella che sosteneva una città ai limiti di Scampia (ah proposito http://www.sienafree.it/siena/142-siena/52015-siena-ultimo-posto-in-toscana-per-numero-di-clan-mafiosi). Io credo che ci siano state responsabilità in chi ha governato, ma allo stesso tempo anche che qualcosa di positivo sia stato fatto o che sia ancora presente. Ripartiamo da quello, senza per forza attorcigliarci per forza al negativo e alle responsabilita’ di questo o di quest’altro. Ne abbiamo bisogno tutti, nessuno escluso. Anzi, qualche escluso si: quelli che dal passato, da loro costruito, hanno intascato privilegi piccoli e (soprattutto) grandi. E che magari sono i primi, adesso, a lamentarsi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...