E’ Nato

Fumata nera oggi per la presidenza della Fondazione Monte dei Paschi: i quattordici deputati hanno discusso “criteri, professionalita’ e competenze” e la riunione e’ stata aggiornata a martedi’ 27 agosto. Sarebbe pero’ spuntata un’auto candidatura per la deputazione amministratrice di ”un noto professionista senese”. Certo che siamo nel tempo in cui tutti pensano di poter fare tutto e, in generale, le ”auto candidature” mi fanno, non dico ridere, ma riflettere. Come, del resto, altre candidature lanciate a casaccio sul web, chissà perche’ da persone che appaiono, come al solito, ”indipendenti” o disinteressate, anche se poi vai a scavare e così non sono. Però non voglio avere pre-giudizi e prima di parlarne vorrei scoprire il nome di cotanto professionista senese, sebbene qualche dubbio già lo abbia. Non importa. Dopo questa piccola premessa sul tema del giorno e questo marasma di notizie (che già so di non riuscire a smaltire) del mio piccolo grande archivio, oggi vorrei parlare di un’altra cosa. Il ”noto” deputato del Pd Andrea Manciulli, già ex segretario toscano, e’ stato nominato nell’assemblea permanente della Nato (che, riporto testualmente, è ”organismo nel quale sono rappresentate le assemblee parlamentari di tutte le forze dell’alleanza atlantica, che ha una funzione di indirizzo politico delle strategie dell’alleanza e che ha un ruolo importante anche nelle vicende che si stanno svolgendo in queste settimane nel Mediterraneo e nello scenario strategico in vista del prossimo vertice europeo sulla sicurezza a dicembre”). Non so se sia un incarico remunerato, di certo è di grande importanza. Gia’, Manciulli. Sul suo sito si legge “un modo di essere, un modo di fare”. Consigliere regionale dal 2000 al 2013 (tredici annetti), segretario regionale nel 2007 e poi confermato nel 2009 (in effetti con le primarie, doveroso dirlo), inserito nel listino bloccato della sponda bersaniana nelle ultime elezioni parlamentari, quindi senza passare dalla ”scure” delle primarie per il Parlamento. Meglio non confrontarsi con iscritti e cittadini, non si sa mai. Noto per le pause pranzo e cena (non e’ un’offesa, lui stesso ne fa vanto), noto soprattutto dalle nostre parti per aver svolto un importante ruolo, da Ponzio Pilato, nella vicenda che ha investito Siena. Nella querelle interna al Pd, con Alfredo (solo prima) e Alberto (prima e poi) Monaci da una parte e Franco Ceccuzzi e la maggioranza del Pd dall’altra, nonostante le sollecitazioni che arrivavano dalla base (non nel prendere una parte, ma nel prendere una decisione da segretario regionale…), ha preferito lavarsi le mani. O, se preferite, non fare niente. O, se preferite ancora, non ostacolare (o addirittura favorire?) la conferma dello stesso Alberto Monaci a presidente del consiglio regionale qualche mese fa, con la sola opposizione dei consiglieri “senesi” Pugnalini e Spinelli. Vorrei capire come e se si ripresentera’ alla Festa in Fortezza, dove lo scorso anno, davanti ad almeno trecento volontari,  tuono’ contro questo e quello. Ma forse avra’ da fare altro, alla Nato. Il commento più acuto l’ho letto su Fb. ”Chi non fa niente fa carriera”. In questo momento, per vicende che sarebbe interessante spiegare anche qui (ecco un altro argomento), io, come altri colleghi, siamo quasi a zero come lavoro. Se qualcuno ha bisogno, anche in Fondazione, posso auto candidarmi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a E’ Nato

  1. Enrico Tucci ha detto:

    Alberto Monaci, eletto all’unanimità Presidente del Consiglio Regionale il 23/04/2010 , in data 24/10/12, mentre il Comune di Siena era commissariato a causa delle dimissioni di Ceccuzzi (che non aveva capito in che nassa si era cacciato), veniva riconfermato nella carica con 50 voti su 53 votanti (2 schede bianche e un voto per Fabrizio Mattei). Mettere nel mirino Manciulli, perché poi, mi sembra ingeneroso.

    • eliofanali ha detto:

      Caro Enrico Tucci, certo di tutto mi aspettavo tranne che una tua difesa di Manciulli…Ho spiegato la conseguenza dei fatti nel post o vogliamo continuare a credere che parte dei consiglieri comunali che sfiduciarono Ceccuzzi, il quale di certo non aveva capito la nassa di cui parli, non fossero legati al suddetto Monaci? Ho spiegato bene perchè ho “messo nel mirino” Manciulli, come, in altri post, ho messo nel mirino altre persone. I fatti parlano chiaro, le conferme puoi trovarle, tanto per fare un esempio, fra i trecento volontari della Festa Democratica a Siea che, più che legittimamente, hai frequentato con assiduità lo scorso anno.
      Saluti

  2. Enrico Tucci ha detto:

    E’ del tutto evidente che Monaci, senza peraltro nascondersi per niente, ha innescato la caduta di Ceccuzzi resa possibile però anche da una inusitata compattezza dell’opposizione. Volevo dire che Manciulli, come tanti altri a partire dal capogruppo Pd in regione, si è “adeguato” e i fieri oppositori si sono in fondo limitati a votare scheda bianca. Quest’anno confesso non ho seguito la Festa, ma sono sicuro che qualora Manciulli si presenti nessuno dei trecento volontari (a cui va tutta la mia stima) lo contesterà, così come nessuno di coloro che ci hanno rovinato è stato mai minimamente infastidito. Siena è una città estremamente civile e queste persone sono molto fortunate a vivere qui.

    • eliofanali ha detto:

      Io non sono così convinto che Manciulli possa TRANQUILLAMENTE presentarsi in Fortezza: nessuna minaccia, per carità, ma qualche “rimprovero” si’. Un conto e’ la civiltà, per la quale mi vanto di vivere a Siena, un conto le prese in giro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...