La generazione dell’io

E’ del tutto inutile. Viviamo ancora nella società dell’ “Io”. Io sono io, voi non siete un cazzo, come diceva Alberto Sordi. Io ho fatto, io ho detto, io ho scritto, io sono stato, io, io, io. Un viziaccio che, probabilmente, mai ci toglieremo e che colpisce anche e soprattutto la città di Siena, dove sembra che nessuno avesse a che fare o ha avuto a che fare con i disastri avvenuti. Del resto, meglio giocare a nascondino sul passato, però sul futuro c’è sempre un “io” di mezzo. Perche’ poi, ovviamente, non è che queste generazioni lasciano il passo a quelle più giovani, relegate in un angolo prima per gioventu’, oggi non si sa perchè. Anzi lo sappiamo: perchè non vogliono mollare. Vogliono tenere il piede nella porta o, se preferite, il culo sulla poltrona. Così, nei gangli o se preferite, nei nodi chiave della società non ci sono persone della mia generazione, ma quelli di quella superiore o superiore ancora. Come sempre. Lo dicevo ieri, in un dibattito-cena con alcuni miei coetanei e, come spesso non avviene, ci davano ragione a vicenda. Siamo la generazione di mezzo, la prima che sta peggio delle superiori, schiacciati da quella dell’ “io”, per l’appunto, che sta sopra di noi e che, spesso senza merito, ha collezionato privilegi che adesso non molla, neppure di fronte alla prospettiva di regalarne un po’ ai propri figli. E che vive, dunque, anacronisticamente in un periodo che non è piu’ quello dorato vissuto da loro stessi e che, socialisticamente (non è una colorazione politica, ma filosofica), andrebbe vissuto re-distribuendo quegli stessi privilegi che non possono essere piu’ di una sola generazione. Amen.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La generazione dell’io

  1. il contadino ha detto:

    …ma come…non è vero! La Mansi (1974) è presidente della Fondazione, ed il poco più vecchio Riccardo Martinelli (1972) presidente Toscana Life Science nonché Giacomo Centini (1981) direttore amministrativo dell’Azienda Ospedaliera! Loro si…che hanno curriculum 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...