Derby, godiamocelo. Ma…

Stasera il Siena gioca il derby di Coppa Italia con la Fiorentina. Un miracolo vero e proprio, visto quello che stava per succedere la scorsa estate, con un fallimento dietro l’angolo, anzi di più, un treno in corsa verso il baratro. Sul perchè ci si è arrivati e sul come si sia evitato e sul futuro ancora incerto si è scritto e ancora tanto c’è da scrivere. Ad esempio sul fatto che Niccolò Giannetti abbia rinnovato per un anno (annunciato poco fa in conferenza stampa, tralascio ogni commento sulla tempistica), dimostrando tutto il suo attaccamento alla maglia (avrebbe potuto liberarsi gratis fra pochi giorni e trovare collocazione migliore), ma che molto probabilmente verrà sacrificato sull’altare delle finanze e lascerà Siena, la cui cosa, al di là delle valutazioni economiche, non mi regala sorrisi. Piccola chiosa, da approfondire: ma i sacrifici di Giannetti (1,6 milioni di euro per la comproprietà offerti dal Catania) e quello di altri (Rosina?), come annunciato dal ds Antonelli, basteranno a “salvare” la Robur, o, almeno, come richiesto dai Vecchi Ultras, a evitare penalizzazioni ulteriori e l’iscrizione al prossimo campionato, visto il debito pregresso? Maggiore chiarezza da parte della società non guasterebbe, per niente. Ed eviterebbe “passaparola” che, anche in passato, hanno fatto grandi danni e grande confusione: in questa fase soprattutto, maggiore trasparenza significa condivisione degli obiettivi, qualsiasi essi siano. Per un pomeriggio, per una serata, come è stato, almeno in parte, in questi giorni, però, sottoscrivo quello che ha detto il tecnico Mario Beretta (uno degli eroi di questa stagione, comunque vada, viste le condizioni, pure iniziali, in cui ha lavorato): “Godiamocela”. Godiamoci la preparazione dello zaino e della sciarpa per la trasferta, il panino, la bevuta, il pullman o l’auto privata per arrivare allo stadio, il pre-gara,il primo tempo, l’intervallo, la ripresa, i supplementari o i rigori se ci saranno. Certo, non sarà semplice, perchè la Viola è squadra, sulla carta enormemente più forte della Robur e poi sul campo, se perdi (scongiuro d’obbligo) ti incavoli come una bestia in ogni caso. Ma Siena e i senesi, in questo caso i tifosi della Robur, dopo mesi così drammatici, si meritano di godere almeno un po’ di qualcosa che rimane straordinario. Tutto il resto, per una sera, è noia.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...