Robur: il 10 febbraio presentazione del progetto sullo stadio?

Potrebbe essere la data del 10 febbraio quella decisiva (od, almeno, una delle decisive) per il futuro del Siena calcio. Entro quella data, infatti, il presidente della Robur Massimo Mezzaroma si sarebbe impegnato, nell’incontro con i tifosi avuto qualche giorno fa, a presentare al Comune di Siena l’ormai celeberrimo progetto sulla riqualificazione dell’area del Rastrello. Il progetto comprenderebbe anche la sostenibilità finanziaria dell’intervento, intorno ai venti milioni di euro. Nei giorni scorsi, infatti, di fronte alle dichiarazioni dello stesso presidente (“Lo stadio nuovo unica salvezza per il Siena”), il sindaco Bruno Valentini aveva risposto in maniera perentoria: “Prima il progetto concreto e il piano di fattibilità finanziaria, altrimenti non si muove un mattone”, temendo evidentemente la possibilità di una “ferita” in stile centro sportivo di Taverne d’Arbia, dove i lavori sono fermi da (tanti) mesi e la struttura inutilizzabile. Al momento al Comune (sindaco, assessore allo sport, commissione assetto del territorio) sono stato presentati una bozza e un plastico: cose che non bastano per avviare le pratiche e dare via ad un cantiere del genere. Peraltro in un’area, quella del Rastrello, in pieno centro storico e sulla quale vertono problematiche di traffico, urbanistiche e commerciali, tutte da valutare in concertazione con i cittadini e le associazioni di categoria. In caso di reale presentazione del progetto entro il prossimo 10 febbraio, quindi, l’amministrazione comunale dovrebbe fare tutta una serie di valutazioni per poi avviare, dopo le risposte positive su tali analisi, l’iter burocratico. Che è stato snellito dalla recente normativa sugli stadi (approvata con la legge di stabilità). Un iter che, secondo quanto detto dal primo cittadino, sarebbe comunque preceduto da una condivisione con la città. Il progetto, come scritto nelle settimane scorse, prevederebbe uno stadio ridotto rispetto all’attuale, ma moderno e coperto; posteggi e zone commerciali. Sarebbe finanziato da una banca tedesca e realizzato da una società olandese. Vedremo cosa accadrà: senz’altro saranno giorni, settimane e mesi decisivi per il futuro del Siena, qualsiasi cosa dovesse (o non dovesse) succedere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...