Turismo al Santa Maria

Capisco come ormai il movimento Siena Tafazzi (“Va tutto male e se c’è qualcosa che va bene, andrà male”) abbia ormai sfondato il muro del settanta per cento dei consensi e sia in continua crescita, tuttavia mi stupisco come i “soloni” del web applichino le stesse strategie di coloro (?) che si fregiano di contestare. Quando c’è una cosa, piccolissima, positiva, non se ne parla. Oppure, come scritto altre volte, si risponde alla domanda “Che ore sono?” con “Ho mangiato la frittata”. Capita. In ogni caso l’ente che scomparirà, guidato attualmente da “quello che non ha nome”, di concerto con il Comune di Siena, ha “salvato” l’ufficio turistico. La notizia non è di adesso, ma dei primi di gennaio (basta leggere qui http://www.provincia.siena.it/News/Uffici-informazione-e-accoglienza-turistica-di-Abbadia-Chianciano-e-Siena-la-Provincia-da-continuita-all-apertura-fino-a-dicembre-2014#). Nei giorni scorsi c’è stato poi il trasferimento al Santa Maria della Scala, per quanto riguarda ufficio e operatori di Siena (http://www.sienanews.it/2014/02/17/il-punto-di-informazione-e-accoglienza-turistica-di-siena-si-sposta-al-santa-maria-della-scala/). Da una parte uno spostamento che ha decentrato il servizio rispetto alla sede in Piazza del Campo. Dall’altra lo stesso decentramento può essere salutato come positivo, in quanto va ad occupare uno spazio dentro quello Spedale che, teoricamente, dovrebbe essere il “cuore” dell’offerta turistica in città, secondo, praticamente, tutti i movimenti cittadini, politici e non. Fra le motivazioni, giusto dirlo, anche quella relativa ad un affitto troppo caro dei locali (di proprietà della Fondazione Mps) in Piazza: con il Comune in piena “spending review” una Provincia che sarà cancellata da una riforma al momento senza capo nè coda la soluzione del Santa Maria appare la più giusta. E’ stata un’operazione comunque dolorosa, anche per alcuni lavoratori ed è bene sottolinearlo. Ma nell’epoca del “fare”, qualcosa, almeno, è stato fatto. Intanto, a proposito di Santa Maria della Scala, da giovedì si aprono i lavori della commissione cultura del Comune (aperti al pubblico). Ribadisco, fate presto. E, possibilmente, bene.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...