La domenica mattina: osare

Credo che sia necessario riacquistare un po’ di ambizione. Quella positiva, s’intende, quella che non trascende nella superbia e che rimane nei confini di una sana umiltà. Quella che, in qualsiasi ambito della vita, fissa l’asticella un po’ più in alto, che ti spinge a raggiungere un certo tipo di traguardo. Che prova a farti vivere e  non farti vivacchiare. Qualche volta, per me o per gli altri, ho usato questo tipo di racconto. E’ meglio vivere nella tua piccola, polverosa, stanza, che conosci a menadito, che ti conforta nei momenti difficili con il suo calore, ma che quella è e rimarrà. Oppure è meglio passare nella stanza accanto, che, almeno da fuori, sembra più grande, spaziosa, pulita? Certo devi attraversare una porta: e per farlo devi avere le spalle larghe. Tanto larghe che, mentre compi quel passaggio, possono abbattere qualche muro della porta stessa, far crollare qualche tua certezza. Ma, allo stesso tempo, creartene di altre, di nuove, di più ricche. Viene il tempo in cui è necessario osare, crescere, viaggiare, sognare. Non costa molto. Perchè se dovesse arrivare il fallimento, che pure è possibile, potrai dire di averlo raggiunto provando. A migliorarti. Che è sempre meglio di vivacchiare in una pur positiva mediocrità.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...