Amnesie

Ci sono tanti tipi di amnesie. Quelle derivanti, ahimè, da patologie; poi ci sono quelle un po’, diciamo, “strumentali”, da parte di politici, professionisti (o presunti tali) della comunicazione, raccontatori del web, giornalisti (o presunti tali). La pratica è ormai arcinota: si avvalora una tesi (la propria) piegando la realtà o occultandone alcune parti, scrivendo o dichiarando sono alcune cose e non tutte. Questo nascondendosi dietro ad una sorta di “professionalità”, oppure appellandosi alla “libertà di opinione”. L’opinione è legittima (e costituzionalmente garantita), ci mancherebbe: basta dirlo che, per l’appunto, si tratta di un’opinione e non di un fatto o, se preferite, di una notizia. Ma questo rientra, purtroppo, nella guerra di “trincea” o, purtroppo (e peggio) da guerre personali, nel senso per propri interessi personali. Ci sono in questi giorni tanti esempi, alcuni eclatanti, altri meno e meno “gravi”, se mi posso permettere. Mi è capitato di leggere qualcosa del genere sul progetto di riqualificazione dell’area del Rastrello, ad esempio, definita “fumo negli occhi”. Tesi, questa avvalorata da alcune inesattezze. Ripeto, ancora una volta: i dubbi e le domande sono legittimi, ognuno è giusto abbia una propria idea senza pre-giudizi, ma parliamo sui dati, le certezze, i fatti. E poi giudichiamo.
Cambiando, lievemente, argomento. La settimana scorsa nuova seduta fiume del consiglio comunale. Tanti argomenti e non poteva mancare, per l’appunto, la questione stadio. Luciano Cortonesi (Nero su Bianco) e Pietro Staderini (Moderati di centrodestra) hanno presentato un’interrogazione urgente sulla questione stadio a Isola d’Arbia ed, in particolare, sui 450mila euro chiesti dai professionisti che realizzarono il progetto. “Il decreto ingiuntivo recapitato al Comune di Siena, per il pagamento del saldo dei professionisti che hanno redatto il progetto definitivo del nuovo stadio ad Isola d’Arbia, non è un fulmine a ciel sereno, come si vuol far intendere” scrivono i due consiglieri. L’interrogazione prosegue, in sostanza, puntando il dito sulle vecchie e l’attuale amministrazioni per non aver “stoppato” il progetto tramite lo strumento della variante urbanistica. Non entro nel merito della risposta del sindaco e neppure sull’interrogazione: la minoranza fa bene a fare il suo mestiere, secondo le proprie idee e le proprie valutazioni. “Il tema stadio – scrivono i due -, infatti, sarà una bella gatta da pelare per Valentini, sia che si parli di quello che non si farà che di quello che c’è; anche se, onestamente, non vediamo apparenti sue responsabilità sui progetti faraonici che qualche anno fa il “sistema Siena” partoriva con straordinaria facilità”. Pietro Staderini, peraltro ex consigliere di minoranza anche con la giunta Ceccuzzi, mi pare coerente con il suo mandato passato e presente. Stupisce un po’ di più, se mi posso permettere, che questi temi e, soprattutto, in questi termini, siano affrontati da Luciano Cortonesi, capogruppo in consiglio comunale del Partito Democratico con il sindaco Cenni e, quindi, assessore ai lavori pubblici con il sindaco Ceccuzzi. Si può certo cambiare idea, ci mancherebbe altro. Ma di quella maggioranza e di quella giunta non facevo parte io. Non è la prima volta che alcuni politici senesi (di tutti i colori), alcuni nominati (di tutti i colori e in tutti gli enti) e alcuni incaricati (in tutti gli enti) siano colpiti da improvvise amnesie sul proprio passato e occultino parte del proprio curriculum. Capita. Io non c’ero, del resto, se c’ero dormivo e la colpa è di qualcuno, pochi, anzi solo uno.

Ps: non solo questioni del genere, per fortuna, nella seduta del consiglio, ma anche argomenti di interesse collettivo. Sarebbe interessante che ci fosse maggiore comunicazione su questi aspetti. Ne scelgo due: la mozione sulla creazione di un Hospice a Siena, approvata all’unanimità; quella sulla trasformazione del centro diurno Santa Petronilla in residenza per disabili gravi, approvata con un solo astenuto (su questo argomento: https://eliofanali.wordpress.com/2014/02/28/il-sorriso-e-lanimale/).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Amnesie

  1. Enrico Tucci ha detto:

    Per amor di precisione il sindaco Valentini ha risposto alla interrogazione urgente sul decreto ingiuntivo da 450.000 euro presentata dal sottoscritto e non a quella di Cortonesi e Staderini che, pur annunciata il giorno prima sulla stampa, non è stata “ammessa” in quanto, se ho capito bene, esondava dal fatto specifico ed affrontava anche altri temi. Concordo sul fatto che un po’ di “pudore” talvolta non guasterebbe anche perché gli argomenti su cui interrogare Valentini e la sua “dialettica” maggioranza non mancano di certo (vedi la contrapposizione sul progetto per ill nuovo stadio per dirne uno …).

    • eliofanali ha detto:

      Giusta precisazione. Concordo anche sul fatto che l’opposizione abbia la possibilitá di affrontare anche altri argomenti, stando il fatto che lo stadio sia ben presente nel dibattito cittadino.

  2. antonio ha detto:

    ottimo esempio quello del Cortonesi Luciano, l’ex capogruppo del pd, esempio senesissimo di trasformismo politico! dov’era lui quando decidevano e votavano per il progetto in questione? dov’era quando venivano esaminate le parcelle in questione? insomma lui non c’era o se c’era dormiva. per carità, cambiare idea è normale, umano oserei dire, qualcuno dice anche segno d’intelligenza, ma a volte tacere è parecchio meglio. (e poi qualcuno dice che in Italia ha troppo spazio l’antipolitica….)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...