Guicciardini come Bud Spencer

Mi vengono in mente le scene dei film che guardavo da bambino (e che riguardo anche adesso nelle esime repliche, soprattutto su Rete 4) di Bud Spencer e Terence Hill. Quelle scene in cui Bud viene sommerso dai “nemici” e, con un movimento “a liberarsi” delle braccia e del corpo, solleva tutti e li fa finire ai margini della stanza. Ecco quello che mi è venuto in mente leggendo qua e là, nelle ultime settimane (se non mesi), dichiarazioni, comunicati, dimissioni, all’interno del Partito Democratico, fino all’ultima dichiarazione, di ieri sera, su Facebook del segretario Niccolò Guicciardini. Che, da giovanissimo (credo sia il più giovane nella storia della sinistra in provincia di Siena) si è ritrovato in questa situazione: non glielo ha ordinato il dottore, di certo, ma si è pure ritrovato questioni non derivate da colpe e passato a lui ascrivibili. Sempre in un ruolo che dovrebbe guardare ad altro, magari all’esterno, invece che al proprio interno: tipo alla società che sta intorno e ai suoi problemi, quelli reali e quotidiani. Ce n’è per tutti e lo dico da uno senza tessera: post pci, ex ds ed ex margherita, monaciani (di Alfredo), monaciani (di Alberto), ceccuzziani, valentiniani, sienacambisti del pd e sienacambisti fuori dal pd, renziani di prima, dopo e durante, civatiani, cuperliani giovani e meno giovani, bersaniani dalla prima ora, qualche vendoliano, residui dalemiani e veltroniani, talebani delle primarie, talebani delle non primarie (che spesso si cambiano a seconda dei vincitori) ed anche qualche mariniano. Se andiamo a scavare c’è anche qualche fanaliano, almeno credo. Tutti che si azzuffano sopra al segretario, uno sopra all’altro. Fino a quando Guicciardini non diventerà, appunto, Bud Spencer. Che, poi, dal mio umile pulpito, è forse quello che interessa più alla gente, che delle mille correnti e correntine, fatte per interesse personale e alimentate da interessi puramente personali (le solite poltrone di qua o di là), ha, per l’appunto, poco interesse: e c’è da dirlo con rammarico, perchè ci si appassiona spesso a questioni di lana caprina quando si arriva alla fine del mese. Cosa che, al momento, per molti non è così scontata. Quindi, occhio a Bud e anche a qualche Terence Hill.

Per completezza, copio e incollo l’ultimo post di Niccolo’ Guicciardini su Fb. “Avviso ai naviganti: sono tranquillo, anche se molto incavolato. Sono all’assemblea comunale del mio partito a San Gimignano e domani sarò per la campagna elettorale in giro e in due iniziative pubbliche. Non perderò un minuto per fare campagna elettorale in vista delle prossime amministrative e ciascuno si deve prendere le proprie responsabilità. Nelle unioni comunali dove é stato scelto di svolgere le primarie, si registrano situazioni tese e chiedo a tutti uno sforzo di coerenza e sostegno ai candidati del Pd e del centrosinistra. Agirò in modo risoluto e coerente. Voglio che tutti stiano nelle loro postazioni di pacifico e determinato combattimento. La linea politica del Pd é chiara e responsabilizza tutti. Ma non chiedetemi di perdere tempo rispetto alla campagna elettorale: incontrare le persone, suonare i campanelli, confrontarsi nel merito, consegnare un volantino, costruire un’idea, condividere un sogno… La politica é una cosa bella (e lo dirò fino a perdere la voce), chi vuole trasformarla in posizionamenti o sterili arrampicate sugli specchi mi troverà sulla sua strada molto (ma molto) incavolato. La linea del Pd é stata condivisa passo per passo in modo trasparente e democratico. Sono certo che saremo tutti sulla barca a remare e non ad aprire falle. Di carattere sono un tipo molto tranquillo e umile, vi prego di non farmi arrabbiare. Chi è con me, non é con Niccolò ma è con un’idea di partito trasparente, coraggioso e rinnovato. Chi pensa di fare i giochini, faccia pure. Io ci sono e voglio vedere chi c’è”.

E quello di Juri Bettollini, responsabile degli enti locali che ha scatenato le ultime polemiche: “Per chiarezza : sono pronto a lasciare l’incarico di responsabile enti locali del pd, se non ci sarà un passo indietro da parte di tutti quei dirigenti, che con i loro atteggiamenti irresponsabili hanno determinato un quadro di instabilità anche dentro l’esecutivo provinciale! Io sono per lo stile Renzi: “chi ha perso sostenga chi ha vinto senza chiedere nulla in cambio”. Da responsabile enti locali, pretendo l’unità del partito e pongo il mio onore a garanzia di questo percorso! Chi vorrà ancora alimentare divisioni e spaccature, dimostrerà a tutti, che è solo spinto da interessi personali e di corrente, rispetto al grande progetto politico che stiamo costruendo con Niccolo’ Guicciardini”.

Ps: tralascio l’uso “politico” fatto da qualcuno del pranzo di sottoscrizione organizzata dai dipendenti del Pd. Di una bassezza inverosimile.

Ps due: nonostante #Sienatafazzi e nonostante che qualcuno continui a dire che le classifiche (ma solo quelle positive) non valgono niente e sono pilotate (da chi?) e che certa stampa è buona solo quando è cattiva, Siena è nella top ten delle città d’arte più sicure: http://intoscana.it/site/it/societa/articolo/Citta-darte-toscane-Belle-e-sicure-br-Nella-top-10-secondo-i-turisti-stranieri/.

Ps tre: i tifosi del Siena continuano la raccolta di firme: siamo quasi a tremila sottoscrizioni per dire “Si alla riqualificazione dell’area del Rastrello”. A qualcuno la cosa non torna (ad esempio Sinistra per Siena con il circolo Città Domani) e si chiama alla sollevazione popolare al grido di “salviamo la conca del Rastrello”. Bene, mobilitatevi. Io, da giornalista, rimango ad invocare un dibattito serio e approfondito, senza pre giudizi da una parte o dall’altra e con risposte serie, da una parte e dall’altra. Che mi aspetto, a fine maggio: “perchè si” o “perchè no”.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Guicciardini come Bud Spencer

  1. Pingback: Il giusto equilibrio | Il blog di Elio Fanali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...