Eccepire

C’è una strana (o no?) tendenza, anche a Siena, anche in Italia. Non riuscire a fare un’analisi attenta di quello che accade. La politica è diventata tutta una rissa sulla rete, un appiattimento che appare democratico, ma è l’antidemocrazia più asosluta, in cui chiunque può alzare l’asticella della cavolata, in nome e per conto di una libertà di espressione che non si garantisce con la possibilità di aprire bocca e lasciare andare. Il tempo è prezioso, però. Perchè le agitazioni che leggo, quotidianamente, sui social, su qualche blog, sul web, poi si rivelano poca cosa. I risultati elettorali sono lì a dimostrarlo. Le urla, gli slogan, i “no” continui, la polemica per forza (non quella costruttiva che sarebbe anche servita in passato, ma quella distruttiva per forza) sono fuochi di paglia: riscaldano mente e pancia lì per lì, ma poi serve altro. Servono proposte concrete e idee: Renzi (o chi per lui) sembra avercele, vedremo se le applicherà o se anche lui si trasformerà in un fuoco di paglia. Il tempo sarà prezioso anche in questo senso. Ma di certo i cittadini, senesi compresi, appaiono stanchi. Poi mi sbaglierò, anzi quasi sicuramente sarà così. Nessuno si vuole e si deve sottrarre ad un’analisi attenta e approfondita degli errori del passato. Ma continuare ad eccepire sempre qualcosa su qualsiasi cosa (Siena Tafazzi) accada è sinceramente stancante. Perchè in questo modo si taglia la testa (e qualche altra parte del corpo) anche alle (poche? tante?) buone idee che ci sono per rilanciarsi (rilanciarsi significa che c’è qualcosa che non è andato, per chi non sa l’italiano). Merito, competenza, professionalità: per davvero. Questo serve. Non serve eccepire sempre qualcosa, nel nome del passato e del presente, “eh ma” “eh già”, “ci vuole ben altro”. Che, poi, magari, arrivano da quelli che “amano Siena” o, peggio, da quelli che hanno costruito i propri incassi proprio grazie a quel “sistema” che ora attaccano. Un conto è eccepire per costruire, un conto è eccepire a casaccio.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...