Incontro fantasioso

Chi mi legge con continuità sa che preferisco l’equilibrio e, in ogni caso e al di là dell’opinione personale, cercare di ricostruire i fatti prendendo in considerazione tutti gli aspetti, in orizzontale e in verticale. Poi non sempre ci si riesce, certo. Questa volta sarò, forse, un pò meno equilibrato. Ieri l’imprenditore romano Raffaele Tartaglia ha incontrato il tecnico del Siena Mario Beretta in un noto ristorante del centro. Pare abbia incontrato anche il responsabile dell’area tecnica Stefano Antonelli. Un colloquio per capire gli aspetti tecnici e la situazione della squadra. La volontà di tartaglia sarebbe quella di rilevare l’ac Siena, diventarne padrone, in sostanza. Infatti ha dichiarato di dover incontrare (forse) la banca Mps, maggiore credititrice (51 milioni di euro, come scrivo con Filippo Tozzi in “Robur Anno Zero”) e detentrice delle azioni (in pegno) di Mezzaroma. Ora, con tutta l’apertura mentale possibile, con tutte le valutazioni immaginabili, una domanda sorge quasi spontanea. Ma colui che vuole, vorrebbe, cercherebbe di comprare un’azienza, perchè di questo si tratta, va a parlare con un dipendente il cui contratto, di fatto, scade il 30 giugno, cioè fra meno di quindici giorni? Questo, ovviamente, non c’entra con la stima e tutto il riconoscimento verso Mario Beretta che, di fatto, quest’anno ha fatto (e bene, visti i risultati) non solo l’allenatore, ma anche (tanto) altro. Beretta conosce molto di Siena e del Siena, sicuramente è persona con cui dialogare per capire meglio la situazione. Ma magari dopo aver almeno intavolato una minima trattativa. E’ il concetto di fondo che comprendo poco, ripeto, pur aprendosi alle valutazioni del tipo: “Beretta può dare un consiglio importante e andrebbe confermato alla guida tecnica, normale parlare con lui”. Oppure “è in scadenza di contratto, ha voluto mettere un ‘fermino’ “, anche se poi non si capisce che potere abbia in questo senso una persona che, prima di  (pensare di) diventare presidente, deve fare ancora diversi passi e passaggi. Perchè, fra l’altro, la situazione della Robur non è di quelle lineari: già per un passaggio di proprietà di una società più o meno “sana” ci vogliono tempi abbastanza lunghi. Figuriamoci per una società in debito pesante come il Siena e che fra cinque giorni (cinque giorni…) deve iscriversi alla serie B, racimolando, come scrivo da giorni sul “Corriere di Siena”, sette/otto milioni di euro. In questa situazione mi pare perlomeno “fantasioso” andare a parlare con un dipendente, pur stimabilissimo, mettendolo davanti a chi invece è l’interlocutore chiave della vicenda o a chi è l’attuale proprietario. Oltretutto quando di tempo da perdere ce n’è poco, pochissimo, nessuno.  In tutto questo, resta la speranza che il Siena si iscriva e che Tartaglia diventi il più grande presidente della storia della Robur.

Ps: leggo ricostruzioni, perlomeno “fantasiose”, sulla nomina di Antonella Mansi a presidente della Fondazione Mps. Ma anche io, che mi aspetto?

Ps due: “Robur Anno Zero – la prima inchiesta sul passato, presente e futuro dell’Ac Siena” sale in cattedra. Domani io e Filippo Tozzi saremo al centro di una lezione del Master in comunicazione di impresa, organizzato dall’Università degli Studi di Siena alle ore 12 presso l’ex ospedale psichiatrico (ironia facile..). Sarà ‘occasione per parlare di marketing sportivo, gestione dell’azienda calcio e tecniche di inchiesta giornalistica. Il Master universitario di I livello in “Comunicazione d’impresa. Linguaggi, strumenti, tecnologie” è il corso di alta formazione istituito dall’Università degli Studi di Siena per rispondere alle trasformazioni che l’attuale congiuntura dei mercati impone a chi deve gestire i processi di marketing e comunicazione all’interno delle imprese (http://www.mastercomunicazioneimpresa.it/).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...