Robur e Mens Sana, patrimonio da conservare

Quasi 3800 abbonati al Franchi, quasi 1500 al PalaEstra. E’ questo il “vero” patrimonio delle due maggiori società sportive della città, Robur e Mens Sana. Qualche “purista” non vorrà tale accostamento, ma non importa: in gioventù andavo nelle curve di entrambe, quindi me lo posso permettere. Sono reduci da un’estate che raccontare come “drammatica” è eufemismo e sulle cui vicende c’è ancora da fare molta chiarezza: sulla (ormai ex) società biancoverde pende un’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto, al momento, l’ex presidente Ferdinando Minucci e altri e che deve essere ancora chiusa. La vecchia Ac Siena ha chiesto il concordato per evitare il fallimento ed è in liquidazione, dopo non essersi iscritta alla serie B, ma chissà che non venga fuori qualcosa nei prossimi mesi. Entrambe le (nuove) società sono ripartire da zero, hanno avuto (e avranno) diverse difficoltà da superare, ognuna delle due nei propri cambi. Ad esempio sulle giovanili, perchè in entrambi i casi si è dovuto ricominciare dal niente o quasi. Solo nei prossimi mesi avremo il quadro più chiaro anche in questo contesto e capiremo meglio le scelte effettuate, potendo dare anche un giudizio obiettivo e distaccato. Di certo Robur e Mens Sana (e relative dirigenze) hanno un patrimonio da curare e salvaguardare: il pubblico, i senesi. Che, almeno in questo caso, hanno saputo trasformare la legittima rabbia e la legittima amarezza in entusiasmo per il futuro. Certo, senza dimenticare il passato, ma senza Sienatafazzismi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...