In catena!

Oggi sarà una giornata di festa con il “Magenta Day” (http://www.2019si.eu/index.php/it/archivio-news/item/471-3-ottobre-il-magenta-day-per-siena2019) a Siena. Un’occasione per dire, come ha scritto il blog La Martinella (http://lamartinelladisiena.wordpress.com/2014/10/02/alla-catena/) “io c’ero”. Qualunque sia il risultato della candidatura di Siena a Capitale Europea della Cultura nel 2019, è una bella iniziativa, che coinvolge (speriamo) cittadini, esercenti, avventori, turisti. Soprattutto a me piace (parere personale) l’idea della catena umana, non fosse altro perchè si tratta di una cosa che non ho mai visto. Ma è nella “filosofia” che questa cosa pare stimolante. Sarò un “romanticone”, ma tenersi per mano, praticamente e idealmente, per spingere Siena è un disegno positivo, un segnale di un’unità ritrovata e da ritrovare. Perchè troppo spesso, in passato e nel presente, ci si è riempiti la bocca di valori e paroloni, di “senesità” e di amore verso la propria città. Che però non va “sciaguattata” sui social network per accendere su se stessi i fari di una misera notorietà basata sui “mi piace”, ma va dimostrata sul campo. Ognuno con le proprie idee e i propri valori, anche contrastanti o di “colore” (se ancora esistono) diverso, ma scevri dai personalismi e dai disfattisimi per forza, dai continui riferimenti al passato, senz’altro ricco di disastri, ma che da zavorra va trasformato in trampolino. Ci vuole cervello, certo. Ci vogliono quelle capacità, quel merito, quella professionalità tanto invocate. Affossare qualsiasi cosa e in qualsiasi modo, sperare nelle macerie più desertiche di adesso, contestare sempre e comunque e nascondersi dietro i fasulli dibattiti di Facebook non significa difendere e amare la propria città. Siena 2019 può essere un’occasione per cambiare. Davvero. Tutti insieme e con progetti reali, con posti di lavoro, con opportunità per tutti. Le elezioni sono comunque lontane, vorrei ricordarlo: le emergenze sono altre. Se non per voi, che magari (peraltro) avete già un lavoro o una posizione, magari basate su quel sistema che contrastate, fatelo per quelli che verranno dopo.

Ps: sempre dal blog La Martinella, apprendiamo che qualcosa a Siena, nonostante i tafazzismi di cui sopra, ha funzionato e, addirittura, potrà ancora funzionare, anche se è tutto da vedere e molto dipende dal futuro complessivo del comparto culturale del territorio. E’ la Fondazione Musei Senesi, come si legge qui: http://lamartinelladisiena.wordpress.com/2014/10/01/lintegrazione-fra-vernice-e-fondazione-musei-senesi/).

Ps due: ci sarebbero da capire le vicende del Pd comunale, in cerca di un segretario. Ma, sinceramente, oggi non ho voglia di scriverne.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...