Lo sport come esempio?

L’ho detto altre volte, lo ribadisco a fine di questa settimana in cui Robur e Mens Sana, insieme per la prima volta, sono in testa alle rispettive classifiche dei campionati di serie D e di serie B, dai quali sono faticosamente ripartite dopo un fallimento (“solo” sportivo in un caso, sportivo e societario in un altro). Dove non può o non è in grado la “società civile”, immersa in una continua polemica politica, magari legittima, ma in questo momento poco costruttiva, forse è in grado lo sport. Certo, anch’esso impantanato in mille problemi, in mille questioni economiche e di difficoltà oggettive e soggettive, basta pensare alle questioni che deve affrontare Antonio Ponte o a quelle di Piero Ricci. Ma i segnali ci sono stati. Non sono e non saranno la panacea di tutti i mali di questa città e di questo territorio: ma si è ripartiti da alcune “eccellenze” (parola abusata), in questo caso il pubblico (3800 abbonati nel calcio, 2000 nel basket) o alcune competenze, tramutando la legittima amarezza, perfino (perdonatemi) l’incazzatura, altrettanto legittima, in energia positiva, in volano se preferite. Un esempio ripetibile in altri terreni, meno sportivi. Forse.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...