Fra videosorveglianza e dati

Videosorveglianza, sicurezza, utilizzo dei social per la prevenzione, più controlli. Tutto giusto e tutto da perseguire. Soprattutto credo molto alla videosorveglianza, deterrente e misura repressiva in certi casi. Magari, peraltro, si dovrebbero poi evitare i tagli (che dipendono da Roma) alle forze dell’ordine, anche se questo è un altro argomento. In questo contesto, come scritto altre volte, la percezione è una cosa, i dati un’altra. Il Prefetto di Siena Renato Saccone ha infatti reso pubblici i dati sui reati commessi nella città di Siena nel primo semestre 2014: è la cifra più bassa degli ultimi anni, in calo del 18% rispetto all’anno precedente. Il calo più forte riguarda i delitti contro la persona (percosse, minacce, ecc.): meno 36%. Anche i furti in abitazioni scendono (del 9%), mentre salgono le truffe informatiche, quelle legate soprattuto alla “moneta elettronica”. Insomma, nonostante SienaTafazzi, la situazione rimane positiva. Poi è chiaro che chi, in questi mesi, ha subito un furto o è stato vittima di un reato non la possa pensare che in modo diverso. Ed infatti tali dati devono essere qualcosa da cui partire, rafforzare e non cullarsi. Ma da qui a paragonare, con tutto il rispetto, Siena a Scampia ce ne corre. E pure tanto.  In questo contesto il sindaco Valentini, su Fb, ha anche annunciato che “per il 2016 installeremo un sistema di videosorveglianza diffuso tramite la futura gara per la gestione dell’illuminazione pubblica, anche se sarà impossibile monitorare ogni strada ed ogni vicolo”.  

Ps uno: TripdAvisor premia Siena e la Toscana http://www.antennaradioesse.it/19104/). Non la panacea di tutti i mali, non la soluzione per tante aziende comunque costrette a stringere la cinghia. Ma significa che qualcosa di buono c’è.

Ps due: come scritto oggi sul “Corriere di Siena” e ieri nei tg di Radio Siena e Siena Tv (http://www.sienatv.it/web/notizie/1-cronaca/10926-robur-silenzio-stampa-parziale-siena-tv-e-radio-siena-non-condividono.html) non condivido per niente la decisione della Robur Siena di fare un silenzio stampa parziale. Si fanno appelli, più che giusti, all’unità, poi però si chiudono le bocche. Le cose sono utili o sempre o mai.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...