Memoria (e qualche ps)

Una delle cose che più mi ha colpito nel mio viaggio, qualche anno fa, sul treno della Memoria per Auschwitz sono stati i bagni del campo di sterminio. Piccole buche, una accanto all’altra, per file sterminate. L’annullamento totale dell’uomo: potrà sembrare una banalità in un insieme drammatico; eppure annullare così la persona, anche nel momento più intimo, è una barbaria impura (“pura” non ci stava bene). Nella Giornata della Memoria ci sono stati e ci saranno scrittori e professori che sapranno, più di me, esprimere il valore e i sentimenti, nonchè l’importanza di questo anniversario, che va al di là del settantesimo dalla liberazione di Auschwitz da parte dell’Armata  Rossa. A volte rimango senza fiato di fronte alla crudeltà e a come sia stato possibile strappare, da un giorno all’altro, persone dalla loro quotidianità e condurle alla morte. Il mio unico e umile consiglio è questo: visitate un campo di sterminio.

Ps uno: Il sindaco Bruno Valentini ha chiarito pubblicamente come non sia in cantiere fare un Palio straordinario per l’Expo (http://www.sienatv.it/web/notizie.html).  Fine delle trasmissioni. Peraltro ricorderei ai tanti soloni (issimi) anche in materia di Palio che la centralità delle Contrade è certa, ma è altrettanto certo che sia l’amministrazione ad organizzare il Palio stesso. Spesso si parla a caso senza sapere di cosa si confabuli, pure su Facebook.

Ps due: Si parla (finalmente) di Fortezza (http://www.comune.siena.it/Il-Comune/Struttura/Finestra-sul-Comune/Parliamo-di-Fortezza-il-29-gennaio-incontro-pubblico-a-Palazzo-comunale). Spero che chi ha idee partecipi, costruttivamente. Ma forse meglio tenere le validissime idee per gli altrettanto validissimi (e molto costruttivi) dibattiti su Facebook. As usual. 

Ps tre: Iniziativa del Comune per febbraio, noto mese di bassissima stagione (http://www.sienafree.it/arte-e-cultura/157-arte-e-cultura/69030-a-siena-febbraio-e-il-mese-dei-musei-cittadini). Non sarà la panacea di tutti i mali, ma qualcosa è. Dimenticavo: per SienaTafazzi, no.

Ps quattro: Davvero non c’è verso di dar vita ad un dibattito serio. Si “condivide” (in tutti i sensi) solo la propria tesi. Come in questo caso, peraltro per un argomento particolarmente delicato come quello dei disabili. (http://www.i-siena.it/2015/01/lassessore-ferretti-replica-alla-nota-stampa-dellassociazione-senese-paraplegici/). As usual (parte due).

Ps cinque: Il commento al precedente post di Rita Petti e, soprattutto, il comunicato del gruppo Pd in consiglio di questa mattina sanciscono la nuova rottura con l’assessore Vedovelli. Tema: il futuro del Santa Maria della Scala. Un peccato, dopo il faticoso cammino, incredibilmente unitario, all’interno del consiglio stesso.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...