Fra confronto(i) e dibattito (e quattro bei ps)

Come scrivono i giornali locali oggi ha destato non poco dibattito sui social e non l’evento organizzato dall’associazione Confronti (area Alberto Monaci) di martedì, a cui ha partecipato il candidato del Partito Democratico alle prossime regionali Stefano Scaramelli. Premessa: chi mi ha letto in queste ultime settimane sa come le elezioni regionali e la relativa campagna elettorale, ricca di slogan e povera di contenuti, non mi abbiano affatto appassionato; non cambio certo idea negli ultimi giorni (a chi vuole in privato dico anche cosa farò domenica…), mi limito a fare una fotografia della situazione, senza giudizio alcuno, bensì, appunto, dipingendo quello che è accaduto, visto che altri, da sempre paladini della Verità e della Legge, analisti della politica reale e virtuale, non mi pare lo abbiano fatto. Provo, sic et simpliciter, a fare il “giornalista-cronachista”. Dicevo: tale partecipazione ha suscitato un bel dibattito, perchè – obiettivamente – vede insieme due componenti (correnti?) teoricamente lontane. “Ricordo bene – ha scritto ad esempio il vicesegretario regionale del Pd (un dirigente, dunque, di “alto livello”) Andrea Biagianti – un comunicato stampa dell’Associazioni Confronti e varie dichiarazioni di Alberto Monaci in cui veniva criticato, con parole durissime, Stefano Scaramelli. In queste settimane non so cosa sia avvenuto e forse non voglio sapere. Una cosa, però, va detta con chiarezza. A Siena gli accordi di potere sottobanco e la logica della spartizione hanno già presentato un conto drammatico. Speriamo di non ricominciare”. Aggiungendo, poi, nei commenti, in risposta ad un commento: “La logica della spartizione Made Ceccuzzi Monaci Manciulli per fortuna ha avuto fine”. L’articolo (o se volete la questione) citato da Biagianti è questo: http://www.antennaradioesse.it/alberto-monaci-valentini-deve-cadere/. Sull’argomento “picchia duro” La Martinella (https://lamartinelladisiena.wordpress.com/2015/05/26/lavatar/). Nel frattempo lo stesso Monaci tuona contro il sindaco di Siena Bruno Valentini dalle colonne del “Corriere di Siena” di stamani, mentre da quelle della “Nazione” Stefano Scaramelli parla di “iniziativa dell’area cattolica a cui ho partecipato come capolista per un Pd inclusivo”. Detto tutto questo, il blog è a disposizione di chiunque voglia chiarire, confrontarsi, dibattere, controbattere, anche mandarmi a quel paese: ci sono abituato, non temete.

Ps uno: Faccio ammenda, perchè sull’argomento mi ero limitato a leggere qualche slogan e qualche titolo, del tipo “La Scuola di specializzazione in cardiochirurgia via da Siena” (con relativi punti esclamativi). Di ieri, però, la nota ufficiale dell’Università di Siena, che riporto integralmente: “L’Università di Siena informa che con il Decreto Ministeriale 27 maggio 2015 n. 315 (Bando per l’ammissione dei medici alle scuole di specializzazione di area sanitaria per l’a.a. 2014/2015), viene confermata la titolarità dell’Ateneo senese rispetto alla Scuola di specializzazione in Cardiochirurgia. Nell’articolo 2 del provvedimento (Posti disponibili), infatti, viene integrata e sostituita la tabella allegata recante l’assegnazione dei contratti di formazione medica specialistica finanziati con risorse statali per l’A.A. 2014-2015. Il provvedimento odierno ha evidentemente recepito la pronta segnalazione dell’Ateneo, andando a correggere un mero errore materiale verificatosi nella composizione di tale tabella, precedentemente allegata al decreto 21 maggio 2015, n. 307 . Viene confermato, altresì, che le borse statali assegnate alle Scuole con sede amministrativa a Siena nel 2015 sono 120, 18 più che nel 2014.  A queste si sommano le 5 borse direttamente erogate dalla Regione Toscana al nostro Ateneo”. Pure su questo argomento, blog a disposizione.

Ps due: I Gruppi Donatori delle Contrade hanno riconosciuto un rilevante contributo economico al Campansi e destinato al rifacimento di arredi sia dei locali collettivi che delle stanze degli ospiti della residenza per anziani. “La nostra città – copio e incollo da un post del sindaco Valentini – non è solo la città italiana con la più elevata densità di donatori di sangue per abitante ma anche una comunità che sa esprimere una alta solidarietà, a fianco di strutture pubbliche efficienti e ben gestite”.

Ps tre: Andrea Causarano Mangia d’Oro 2015. Al di là della felicità per il ritorno del Premio, credo che sia un’ottima scelta quella fatta dal Concistoro. Non solo per il professionista, capace di sviluppare ed esportare una medicina sportiva di livello internazionale, ma per l’uomo. Forse, per qualcuno, però non andrà bene neppure questo. Ma non importa.

Ps quattro: Sullo “spot” del Moto Gp di ieri mattina in Piazza del campo si può pensare in mille modi, anche se sulla questione dell’accostamento o meno al Palio e alle Contrade vigilerà il Consorzio per la Tutela del Palio (che è lì apposta); sul “piacere” o meno credo sia un fatto di gusto e quindi di opinioni. Io ribadisco un fatto: altre città pagherebbero di tasca per avere una promozione che raggiunge 350 milioni di persone. Inutile riempirsi la bocca della parola “promozione” senza saperne il significato e le dinamiche.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fra confronto(i) e dibattito (e quattro bei ps)

  1. Nel ringraziarti per il rilancio ti segnaliamo anche questa nostra “profezia” di qualche giorno fa: https://lamartinelladisiena.wordpress.com/2015/05/22/labbraccio/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...