Parapetti, camicie, cancelletti

Argomento paliesco, visto che siamo molto vicini. Impazza, naturalmente su Facebook e naturalmente senza alcun approfondimento e domanda (ad esempio sul perchè e sul per come), la nuova polemica su “cancelletti” e “parapetti” installati allo steccato di Piazza del Campo in questi giorni. Ho provato a documentarmi, capisco che non sia compito di tutti, scrivo quello che mi è stato ribadito ufficialmente dall’amministrazione, peraltro che ho letto anche sul “Corriere di Siena” nei giorni scorsi, con il virgolettato dell’assessore Paolo Mazzini. Questo è quello che sono riuscito a ricostruire, può darsi che ci siano anche errori, ma tant’è. Tali modifiche derivano sostanzialmente dalle normative sulla sicurezza: i “cancelletti” serviranno infatti agli inservienti e al personale paramedico che dalle camicie avranno la possibilità di muoversi più velocemente in entrata e in uscita. Il “parapetto” installato fra Fonte Gaia e San Martino (zona Bar Manganelli, per capirsi), invece, impedirà agli spettatori dentro la Piazza di impattare con gambe e braccia con i cavalli che in quella zona transitano molto vicini allo steccato, senza dover utilizzare le stesse “camicie” pure in quella zona. A questo proposito ricorderei il Palio di luglio 1992. Norme sulla sicurezza, dunque, anche se poi l’imponderabile, come in tutte le cose, non è, per l’appunto, ponderabile: è un problema più profondo, culturale, se un non senese o, peggio, un senese dessero vita a gesti inconsulti, per i quali non bastarebbe una diga, figuriamoci un parapetto. Ma queste è un’altra storia. Faccio una considerazione più generale, premettendo che tutto ciò può piacere o non piacere, ci mancherebbe altro; ma che prima di sentenziare bisognerebbe un attimo fermarsi a fare considerazioni più profonde, perchè ne va degli interessi generali della città. Poi si possono anche dare giudizi del tutto negativi. Credo che il Palio e le Contrade siano sopravvissuti per secoli anche grazie alla loro capacità di adattarsi, non snaturandosi, ai cambiamenti della società. La cosa vale anche per aspetti più specifici, come questi. Penso ai materassi in stile “formula Uno” che hanno parzialmente modificato anche la pista e inaugurati durante la giunta Piccini; oppure al “parapetto” più alto al Casato (giunta Cenni), alle stesse “camicie”, oppure ancora al “cap” per le prove (giunta Ceccuzzi), ma potrei fare riferimenti anche precedenti, che affondano nella storia secolare e non solo in quella recentissima. E’ il problema di trovare il giusto equilibrio fra l’estremo “a Siena si fa come ci pare” e l’estremo fissato dalle norme, a maglie a volte strettissime, di legge. In mezzo sta il rispetto delle leggi stesse, anche a Siena (e nel caso specifico delle norme di sicurezza) e la necessità, appunto, di non snaturare cultura, valori e tradizioni trasmessi dal Palio e dalle Contrade. Il Palio non è mai stato immutabile e mai lo sarà. Credo allo stesso tempo che sia utilissimo, nei tempi e nei luoghi adatti, un dibattito fra contradaioli e fra Contrade, fra Contrade ed amministrazione: dibattito anche serratoo, ma senza pregiudizi, senza “politica” (in senso stretto) di mezzo,  con sguardo obiettivo e sereno, anche se passionale e “di cuore”, come avviene sempre fra i senesi. Che sia costruttivo, per tutti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Parapetti, camicie, cancelletti

  1. Beatrice ha detto:

    toh la prima volta che condivido quanto hai scritto. Bene

  2. Pingback: Equilibrio e coerenza (e due post) | Il blog di Elio Fanali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...