Dimissioni (e tre ps)

Dunque oggi (ore17,30 al Ruffolo per i più curiosi) si consumerà l’addio di Niccolò Guicciardini come segretario provinciale del Partito Democratico. All’ordine del girono della riunione c’è anche il bilancio preventivo, ma il segretario si presenterà con in mano la lettera di dimissioni. Premessa: al di là degli oggettivi errori, Guicciardini, che ha fatto il volontario per buona parte del mandato, si è trovato a gestire una situazione complicatissima, esterna e interna al partito. Conseguenza: oggi non si deciderà molto, perchè per statuto l’organismo che deve nominare il nuovo segretario non è la direzione provinciale, ma l’assemblea, che la presidente Silvana Micheli deve convocare entro trenta giorni da oggi. Che serviranno per filare la trama fra le varie correnti e gruppi di riferimento. Le opzioni, al di là dei nomi circolati in questi giorni (Spanu, Pescini, Gugliotti, la stessa Micheli, il consigliere senese Porcellotti), appaiono due: o si crea una nuova maggioranza oppure si trova un nome “di garanzia”. Nel primo caso qualcosa dovrebbe cambiare nell’assetto che sostenne Guicciardini al congresso e formato da “giovani turchi”, renziani e cuperliani e gli permise di battere in carrozza la corrente di Alberto Monaci (con Riccardo Burresi candidato): i renziani che fanno riferimento a Scaramelli potrebbero creare un’asse con la minoranza, ma i numeri non sarebbero sufficienti. Possibile allora che si vada verso un nome di “larga intesa” per traghettare il partito fino al congresso del 2017. A meno che non si trovi la quadra e si decida per il congresso anticipato, che però non sembra piacere a nessuno.

Ps uno: mi dicono (mi ha bannato, non posso leggerlo su Fb) che Lorenzo Rosso di Fratelli d’Italia stia criticando il concerto di Max Gazzè di venerdì, all’interno della “Notte dei ricercatori”. Non capisco di cosa ci si stupisca, era prevedibile come il Natale.

Ps due: legata anche al post di questo blog la lettura che fa “La Martinella” (https://lamartinelladisiena.wordpress.com/2015/09/27/lantica-usanza/), perchè è ovvio che le decisioni a livello provinciale possono avere conseguenze anche su Siena.

Ps tre: a proposito di Siena il leghista Francesco Giusti e Eugenio Neri fanno sapere tramite Facebook di avere avuto un colloquio: chiariti alcuni aspetti, altri meno, hanno dichiarato di poter intraprendere un percorso con alla base “l’amore per Siena”. Basterà? Di tempo, in un senso o nell’altro, pare ce ne sia ancora tanto. O forse no?

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...