Alcune note sono positive (e due ps)

Non mi interessa se qualcuno mi taccerà di essere accondiscendente verso qualcuno o verso qualcun’altro. Vivendoli, purtroppo, tutti i giorni, conosco fin troppo bene i problemi e i disastri di questa città. Questo non vuol dire, tuttavia, che, in perfetto stile SienaTafazzi, non ci siano alcune note positive. Se poi siano solo note in un’orchestra che stona, questo è un altro tipo di problema. Di certo, come ha detto il vicesindaco Fulvio Mancuso ieri in un’intervista ne “Il Bianco e il Nero” su Siena Tv (potete rivederla qui http://www.sienatv.it/web/), l’amministrazione ha bisogno di dar vita a progetti strategici veri nei prossimi due anni, ha bisogno insomma di uno “slancio” in avanti vero e proprio. In ogni caso per quanto riguarda le notizie positive metto solo parzialmente il fatto che, come annunciato dal sindaco Valentini, il 16 dicembre prossimo sarà l’ultimo appuntamento con la Tasi per i senesi (http://www.sienafree.it/siena/142-siena/76827-siena-il-16-dicembre-per-i-cittadini-sara-lultimo-appuntamento-con-la-tassa-sulla-prima-casa), con un risparmio di 400 euro di media per famiglia. Per due motivi: per prima cosa l’intervento del governo mi convince fino ad un certo punto, perchè ci sarà da capire come sostenere i bilanci comunali senza le tasse, per l’appunto, che almeno in parte sarebbero entrate nelle suddette casse; per seconda cosa non sono così convinto che il governo colpisca in maniera adeguata i possidenti e i redditi più elevati. Metto invece fra le notizie positive quella del nuovo sistema tariffario per gli autobus: il sistema stabilisce che nel periodo di bassa stagione (dal 16 novembre al 15 febbraio), gli autobus turistici che utilizzano le strutture di Siena Parcheggi possono sostare e utilizzare gli attracchi gratuitamente, a patto che i passeggeri abbiano prenotato almeno una notte in una delle strutture ricettive nel territorio del Comune di Siena (http://www.comune.siena.it/Il-Comune/Struttura/Finestra-sul-Comune/I-bus-turistici-delle-comitive-che-pernottano-a-Siena-non-pagano-il-parcheggio-per-tre-mesi). Una goccia nel mare? Direi più che altro un inizio. Terza notizia: Siena è tra le prime città d’Italia a poter vantare infrastrutture telefoniche di nuova generazione che sono già pienamente operative al servizio di cittadini e imprese (http://www.ilcittadinoonline.it/cronaca/siena-cronaca/siena-attiva-in-citta-la-banda-ultralarga-fissa-e-mobile/).  Non è una cosa da poco, chi ha un’attività imprenditoriale sa di cosa parlo.  Ogni tanto qualcosa di positivo c’è, facciamocene una ragione. Che non vuol dire “va tutto bene”, s’intende.

Ps uno: sul “Corriere di Siena” di oggi l’indiscrezione secondo cui Daniele Tacconi sarebbe il nuovo numero uno di Forza Italia a Siena. Già vice sindaco del Psi con Mazzoni della Stella, quindi, dopo la “diaspora” dei Socialisti, è rimasto nell’area del centrosinistra, arrivando a “Per Siena”, associazione che sostenne Ceccuzzi a sindaco, quindi il passaggio al centrodestra (più o meno, s’intende), con la carica di referente provinciale del Nuovo Centro destra di Alfano (vedi analisi del voto delle europee 2014), adesso l’ingresso-ritorno in Forza Italia. Insomma un altro ritorno, dopo quello di Alessandro Piccini in consiglio comunale, nella politica di primo piano.

Ps due: interessanti interviste, a tutto tondo, su http://www.i-siena.it/ sulla politica senese, per farsi un’idea della situazione. O, meglio, per farsi una non-idea.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Alcune note sono positive (e due ps)

  1. eliofanali ha detto:

    Posto qui un commento di Roberto De Vivo e la mia risposta su Facebook, mi sembrano utili.

    Roberto De Vivvo: “Ale ti voglio bene e ti stimo, in primis come penna, ma a questo giro – stranamente aggiungo – condivido poco niente. Ci tengo a dirti perché: Siena ha bisogno di progetti strategici?! Ma davvero? E ci se ne accorge dopo 30 mesi di mandato? E chi li dovrebbe fare e attuare secondo…te? Considera che negli ultimi 2 anni di piani, atti d’indirizzo e integrazioni ne sono stati messi insieme almeno due: “Siena2020” (fine 2014, di cui mi considero orgogliosamente uno dei principali estensori), e “Per una Siena che possiamo” (metà 2015). A me risultano entrambi “restituiti al mittente”, a te no? Sicuramente erano perfettibili, ma rispetto al nulla esistente rimangono entrambi grasso che cola. Nom continui sul resto perché non voglio abusare del tuo spazio. Ma Smse me lo concedi ti propongo di farlo davanti ad uno spritz, che è più piacevole. Il Siena2020 però te lo invio, così mi dai un parere è puoi farti un’idea. Un abbraccio”

    Risposta: “Caro Roberto De Vivo in realtà il tuo discorso non è così lontano dal mio. Mi spiego: la città ha bisogno di progetti strategici non significa che non ne avesse bisogno prima, tutt’altro. Significa CHE VANNO ATTUATI, ADESSO (per dirla alla Renzi). I due progetti di cui parli li conosco, erano perfettibili, ma non “da restituire al mittente”, almeno da parte mia, come altre cose prodotte da Siena Cambia o da Società Aperta, tanto per citare due forze di maggioranza. Ma per lo spritz ci sono”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...