Unisi: si può fare? (e tre ps interessanti)

Per la prima volta dopo diversi anni l’Università di Siena dà vita ad un bilancio preventivo in utile per una cifra di poco superiore ai tre milioni e mezzo di euro. Di solito i bilanci preventivi sono molto prudenziali e, infatti, a fronte degli utili nei consuntivi (cioè quelli di fine anno o chiusura esercizio), negli anni passati le “previsioni” erano state sempre negative. Se ne deduce che il 2016 dovrebbe essere particolarmente florido, vista la situazione, per i conti dell’ateneo senese. Insomma sembra che la tempesta sia passata? Diciamo pure che la tendenza è quella. Alcuni aspetti in questo senso sono da analizzare, anche se capisco quanto sia estremamente difficile fare un’analisi approfondita in pochissime righe e al di là delle dichiarazioni del Rettore Angelo Riccaboni, riportate oggi dagli organi di stampa. Per prima cosa l’andamento dei mutui, che dal 2008 ad oggi sono passati da una cifra di 105,8 milioni di euro a 64,4 milioni di euro. Nel 2016 si esaurirà il mutuo con la Cassa depositi e prestiti; con Mps il mutuo si esinguerà nel 2026. Trattasi di mutui, quindi di debito non “operativi”, ma di restituizioni “in progress”. Al momento appaiono ammortizzabili nella gestione annuale. La voce “altri debiti”, scesa da 31,3 milioni di euro a 25,8 milioni di euro dal 2013 al 2014 è stata stimata prudenzialmente sulla stessa cifra per il 2015, anche se presumibilmente scenderà. Altro aspetto non secondario è il parere positivo dei revisori dei conti sul previsionale, cosa che non c’era stata negli anni scorsi e che si lega alla previsione di un attivo. Va fatta infatti una chiosa per dovere di verità. Quando si va a leggere un parere del collegio dei revisori non ci si dovrebbe limitare al parere in senso stretto, ma osservare le motivazioni che portano a quel parere, sia esso negativo, sia esso positivo. Per fare un esempio, infatti, è possibile che un parere negativo sia motivato “solo” dal fatto che un bilancio si chiuda in passivo, ma che il giudizio su come sia sia amministrato e gestito nell’anno quel particolare ente rimanga favorevole. Tutto questo avviene pur con la riduzione dei trasferimenti statali del fondo di finanziamento ordinario; con una sostanziale “tenuta” delle immatricolazioni, rispetto ad un trand nazionale negativo. La prospettiva per il futuro si chiama rilancio dell’offerta, potenziamento dell’organico (cattedere e personale tecnico-amministratito, per un totale di 4 milioni di euro di investimenti), investimento nalle ricerca. Vedremo.

Ps uno: consiglio comunale straordinario sul lavoro questa mattina. Il tema, sviscerato attraverso le due mozioni (una della maggioranza, una dell’opposizione – in cui ormai si sono collocati Trapassi e Sabatini – ma senza il Movimento Cinque Stelle), sarebbe stato interessante e importante. Il clima era molto teso, direi, per le vicende giudiziarie del sindaco Bruno Valentini. Domani mattina Eugenio Neri ha convocato una conferenza stampa nella quale, probabilmente, annuncerà le proprie dimissioni dal consesso comunale. Sull’argomento puntata speciale stasera su Siena Tv (canali 682 e 669 e streaming http://www.sienatv.it) de “Il Bianco e il Nero”.

Ps due: navigando qua e là per il web ho trovato questo articolo (http://www.tribunapoliticaweb.it/news/2015/12/17/24456_gelli-claudio-martelli-cera-lui-dietro-lasse-dc-pci-ce-ancora-tramestio-di-legami-sospetti/). Mi domando: ma è lo stesso Claudio Martelli delfino di Craxi nel Psi, ex ministro della giustizia, coinvolto anche nelle questioni dell’italia pre seconda Repubblica, poi candidato a Siena nel 2011 come consigliere comunale e incapace di entrare nel consiglio stesso, quindi poi defilatosi dalle vicende cittadine?

Ps tre: quando si scrivono cose non esatte o, almeno, non del tutto esatte, si può (si deve) chiedere venia. O perlomeno contribuire al dibattito facendo parlare anche le altre voci. Avevamo parlato di potature e disboscamento (https://eliofanali.wordpress.com/2015/12/15/ce-potatura-e-potatura-e-tre-ps/), sulla questione è intervenuto il Consorizio di Bonifica (http://www.antennaradioesse.it/polemiche-sul-taglio-degli-alberi-in-provincia-di-siena-interviene-il-presidente-consorzio-bonifica/). Un comunicato duro e che in sostanza dice: “Fidatevi di quello che facciamo”. Ne prendiamo atto, interessante comunque sarà ascoltare la detta assemblea pubblica sull’argomento.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Unisi: si può fare? (e tre ps interessanti)

  1. Pingback: Rassegna Stampa – | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...