Varie ed eventuali

Di certo continua ad essere un periodo “effervescente” (notare le virgolette) per Siena. Provo ad andare con ordine. Domani si discuterà in consiglio comunale la mozione di sfiducia (che non passerà) presentata dai CinqueStelle e sottoscritta dalle opposizioni per far cadere Bruno Valentini. Ne parlerò diffusamente domani. Nel frattempo l’associazione “Confronti” lancia tuoni e fulmini contro il sindaco e il segretario del Pd cittadino, risparmiando (almeno per adesso) il consigliere regionale Stefano Scaramelli, dalla stessa associazione appoggiato in campagna elettorale alle regionali. Confronti (area Monaci) rimane comunque nel Partito Democratico, i consiglieri di riferimento in consiglio (Trapassi e Sabatini) sono stati in realtà eletti con Siena Cambia e adesso hanno fatto gruppo a sè, collocandosi fra i banchi dell’opposizionie. Domani il loro voto favorevole è perfino scontato (hanno sottoscritto la mozione), ma la dialettica interna al Partito Democratico rimane intensissima, anche se non ricordo un periodo di toni più bassi. Resta il fatto che domani la mozione non passerà e che, lo ribadisco, dagli organismi dirigenti (leggi direzione comunale) dello stesso Pd nessuno ha, per adesso, chiesto un rimpasto di giunta. Domani (non nel senso letterale) si vedrà. E nell’opposizione? Se la maggioranza appare compatta in ordine sparso, domani le minoranze saranno compatte: l’ordine più o meno sparso c’è semmai fuori dal consiglio comunale (ma anche questa non è una novità) e in attesa del futuro. Per il quale si registra una primizia interessante. Ieri il Movimento Cinque Stelle ha detto che farà alleanze future solo con le liste civiche. Toglierei il “solo”, perchè la novità è importante: i grillini erano sempre stati per il “nessun alleanze, mai”. Poi bisogna capire cosa significa “liste civiche”, perchè di listoni civici ne ho visti a bizzeffe in questi anni (a destra e sinistra). Di veramente “civico”, invece, poco o nulla. Negli ultimi tempi si definiscono tutti “civici”, poi scavi nel passato recente e nel futuro prossimo e il civico cade a favore di questo o quel partito: legittimo, s’intende, ma la “lista civica” è tutta un’altra cosa e andrebbe dimostrata nei fatti: se non passati, almeno futuri. Vedremo. Sulla questione Mens Sana sottoscrivo un articolo apparso oggi sul “Corriere di Siena” e firmato Osvaldo Brugi: “Lo sport è il basket, non puntare il dito” è l’incipit. Questo significa prendersi le responsabilità e che quindi ognuno si debba prendersi le sue. Come accennavo ieri nel blog, Leonardo Tafani aveva rassegnato le sue dimissioni già nel settembre scorso (dopo la seduta del consiglio dello scorso 15 e 17 luglio). Tafani nella sua missiva parla di “incompatibilità assoluta con le modalità gestionali di codesta società e probabilmente del mondo cestistico in generale. Un diverso modus operandi rispetto a quello da me maturato in altre realtà, che rende pressochè inutile il mio contributo in questo contesto”. Detto questo la riflessione più ampia riguarda territorio, tessuto economico, capacità di attrarre investitori dall’esterno e dall’interno. Nel frattempo, invece di puntare il dito (e vale per tutti), ci sarebbe da salvare una società fallita due anni fa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Varie ed eventuali

  1. Pingback: Rassegna Stampa – Grazie al portavoce del Sindaco il blog esplode… Valentini e il giorno della sua conferma!!! | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...