Quale idea? (e quattro ps)

Riprendo volentieri l’articolo apparso sul blog “La Martinella” (https://lamartinelladisiena.wordpress.com/2016/03/01/lidea-di-citta/) per ampliare un po’ la discussione. Sull’idea di città, in qualche modo lanciata o appoggiata dalla Regione, disposta a supportarla con i finanziamenti, si può (si deve?) aprire un dibattito cittadino. Sono queste le priorità giuste? Sono sbagliate? Giusto discuterne, al di là del fatto che qualcosa sia comunque già avviato e di fatto deciso. “Siena – scrive “La Martinella” – polo toscano e nazionale del settore (ricerca e produzione) delle biotecnologie, Siena centro sanitario d’eccellenza, Siena sede di università prestigiose ed attrattive, Siena luogo di cultura innovativa e di turismo intelligente, Siena che non vuole rinunciare ad ospitare a Rocca Salimbeni la direzione della banca a cui ha dato vita, Siena nel cuore della Toscana (a cominciare dall’area vasta del sud-est) grazie alla sua capacità di proporre modelli e di operare in rete con una prospettiva europea e mondiale, Siena gelosa delle sue tradizioni, Siena che intende recuperare l’edilizia esistente e non costruire ex novo, Siena che vuole mantenere una buona qualità ambientale regolando la mobilità non solo nel centro storico, ma in tutto il territorio comunale. Su alcuni di questi punti ci sono già progetti concreti e soldi stanziati o in via di stanziamento. Più in generale è roba da lavorarci per quindici anni ed oltre”. Che la politica attivi un dibattito, dunque. Ma, soprattutto, chi non è d’accordo, cosa più che legittima s’intende, che produca soluzioni alternative. Magari che siano concrete. Quale è l’idea di città proposta? Le idee da sviluppare? Le soluzioni per qualche posto di lavoro in più? Perchè, ne ho già parlato, la critica fine a se stessa e l’ipercriticismo sono fuochi di paglia; e lo dico anche per coloro che, attraverso la critica, vorrebbero fare “carriera politica”, magari in vista delle elezioni comunali o cose del genere. Tremonti disse che con la cultura non si mangia. Si mangia poco – anzi, per niente – anche con i “no” continui. Ci sono generazioni di giovani, le famose “generazioni da riportare alla politica” che dei dibattiti vacui e degli scontri veementi fra gli scranni del consiglio comunale, tanto per fare un esempio, non sanno di che farsene. Magari mi sbaglierò.

Ps uno: per quanto sia poco comprensibile l’accostamento maltempo-frana-malgoverno cittadino (il disorso è “leggermente” più complesso e si rischia di cadere nelò suddetto ipercriticismo, deleterio soprattutto per chi lo fa) la frana in via Baldassarre Peruzzi apre un problema non di poco conto nel già complicato traffico cittadino. Il Comune deve cercare di stringere i tempi, anche se nella zona sono necessari interventi “strutturali” e poco compatibili, dunque, con tempi stretti. Qualche forza politica, infatti, cade in contraddizione: si chiedono interventi strutturali in tempi brevi. Molto difficile. Nel frattempo sarebbe comunque il caso di studiare percorsi alternativi concreti.

Ps due: lucida come sempre l’analisi di Giuseppe Nigro sugli “intrecci” Mens Sana – Siena. Senza pre-giudizi. (http://pallalcerchio.blogspot.it/2016/02/il-processo-del-lunedi-e-la-firma-della.html#more)

Ps tre: lo studio di fattibilità per il Santa Maria della Scala è costato 30mila euro, senza esborsi del Comune. Tutto il resto è noia.

Ps quattro: sabato le Strade Bianche, domenica lla Gran Fondo epr dilettanti. Due grandi manifestazioni, che attireranno a Siena migliaia di persone (con tutte le posisitivià per l’indotto cittadino). Giusto però chiedere maggiori informazioni su dove e quando verrà chiuso il traffico. Anche in questo caso senza pregiudizi.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Quale idea? (e quattro ps)

  1. Pingback: Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Tutti in Piazza Salimbeni per chiedere giustizia e verità sul caso David Rossi… Ecco perché si è parlato di 1,5 milioni di euro per lo studio di fattibilità del SMS… | IL SANTO NOTIZIE DI SIEN

  2. Klaus Biancucci ha detto:

    Ben venga SienaSport Week,Strade Bianche ed il recente evento sul vino.Cui sia stato il primo evento di un progetto concreto che avra’seguito.MeranoWine Festival ha tutte le carte che appoggiarsi a Siena per creare un diversivo di approcccio ben diverso del piu’caotico Vinitaly.Sono deluso invece sul fronte della cultura,sia da fruitore,appassionato e da senese.Cec2019, polemiche a parte, aveva al suo interno idee e progetti tecnici di interessante freschezza che hanno fatto entrare nel 2015 anche se da perdenti con un titolo di “consolazione” di capitale italiana della cultura ben supportato dal ministro Franceschini.Aime’ho visto un’annata deludente.Un colpo al cuore (…ma anche all’occhio…)l’idea del museo all’aperto,in cui non credo assolutamente e meno che mai agli animali colorati della Cracking Art.Anche le opere dell’artista cinese.No.Non discuto le opere in se,ma il progetto.A pochi km da Siena c’e’una delle gallerie d’Arte Contemporanea piu’influenti ed importanti d’Italia,La Continua di San Gimignano.Con delle Collaborazioni con artisti di livello mondiale.E se non erro era pure partneship ufficiale nel progetto Cec2019.Perche’non creare un progetto per tutto il 2015?Bisogna fare di piu’e diversamente.E sul SantaMaria per favore che si smuova qualcosa.Non credo sia impossibile (parlo per i costi)ripetere un’esperienza di una mostra “chiavi in mano”ma di taglio internazionale e splendia per allestimento come quella del fotografo americano McCurry.

    • eliofanali ha detto:

      Considerazioni interessanti. Spero solo che i 7/8 milioni di euro stanziati dalla Regione adesso “abbiano gamba” attraverso il Piano presentato da Fondazione Mps e Comune. Rossi ha detto espressamente: “I soldi ci sono, presentateci un progetto”.

  3. Magico Vento ha detto:

    Perdonami Alessandro ma non capisco le richieste che arrivano dalla Martinella e che fedelmente riprendi.

    • eliofanali ha detto:

      La richiesta, caro Ferdinando, è molto semplice. Dare un’idea di città del futuro. E vale per tutti: maggioranza, opposizione, critici, non critici.
      Saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...