Parcheggi con delibera

Facciamo una premessa: questo blog non ha mai avuto e mai avrà la pretesa di indicare una via, come altri fanno (o provano a fare), ma solo di fare alcune “fotografie” della situazione. La situazione del traffico e della mobilità (parcheggi, ztl e aru compresi) è complessa e affrontabile, come scritto altre volte, attraverso una visione generale e non limitata al “singolo” provvedimento, sia esso una Aru in più o in meno sia esso un permesso in Ztl in più o in meno. Politicamente è da registrare l’unanimità del consiglio comunale su un documento, partito dal consigliere Ernesto Campanini, che permetterà a tutti i possessori di regolare bollino di parcheggiare nei parcheggi “di struttura” (non quelli a raso, per capirsi) dalle ore 19 alle ore 8, quindi di notte. In questo modo si vuole evitare l’ingolfamento nella ztl e dare a chi paga il bollino  la reale possibilità di avere un posto auto, se non sotto casa, almeno vicino. Fin qui, tutto bene. Ma come sempre la situazione va analizzata a trecentosessanta gradi. C’è infatti una delibera risalente alla fine anni Novanta (giunta Piccini) ed ancora in vigore, ma magari sconosciuta ai più (non al blog “La Martinella”, che l’ha citata varie volte nel dibattito su parcheggi e centro storico), con cui si permette ai residenti della zona Fontebranda e San Francesco di parcheggiare nelle strutture Esterna Fontebranda (parcheggio “Santa Caterina”) e Peruzzi (parcheggio “San Francesco”). Attraverso il ritiro di una tesserina alla Siena Parcheggi e l’esposizione del permesso all’interno del parcheggio (ovviamente dietro pagamento regolare del “bollino”), è possibile parcheggiare gratuitamente per ventiquattro ore. Di fatto i parcheggi sono in quel caso ritenuti un’estensione della zona a traffico limitato. Il “limite” di questa delibera è dato dai posti auto (sono sessanta a struttura per questo tipo di residenti, comunque centoventi totali), ma anche dal fatto che esiste qualche “furbetto” che, non esponendo il permesso, di fatto ha due posti auto a disposizione (uno nel parcheggio, uno in ztl). Un problema ovviabile con maggiori controlli dentro e fuori i parcheggi.  Con la mozione approvata, teoricamente, dunque, invece che ampliare le possibilità, si restringono o comunque si fa un passo indietro: dalla possibilità di posteggiare h24 alla notte. Ma è naturalmente solo teoria, chi di dovere avrà fatto i conti. Forse sarebbe stato meglio allargare anche al parcheggio Fontanella (“Il Campo”) o ad altre zone la possibilità indicata nella delibera degli anni Novanta? Di questi tempi, però, accontentiamoci. O no?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Parcheggi con delibera

  1. Pingback: TESSERINA | La Martinella di Siena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...