Schizofrenia (e tre ps)

Approfondire, capire, analizzare a trecentosessanta gradi. Poi procedere. E, magari, arrivare a “sentenziare”. E’ questo, secondo il mio umile parere, quello che dovrebbe accadere in una società matura, che non si perde dietro alle schizofrenie dell’eccessiva modernità e dell’eccessiva velocità, data anche dagli input comunicativi dei social network. Non è un problema dei social, che sono strumenti “positivi” e utili, ma da come si usano e, soprattutto, da come se ne è influenzati. L’ultimo fra i tanti esempi che abbiamo avuto in questa città, che non è esente da queste questioni (anzi), è quello legato al video relativo alla festa che si è svolta presso il Liceo Galilei. La questione è, per l’appunto, complessa. Il video evidenzia l’utilizzo dei locali della scuola e la consumazione di alcolici; il dibattito è e potrebbe essere ampio e rigurda il rapporto alcool-minori, l’utilizzo degli spazi e l’accesso a queste feste, l’organizzazione, la sicurezza, gli incassi e tanto altro, senza passare da “bacchettoni” da una parte o da “fricchettoni” dall’altra. Aspetti non per forza da connotare positivamente o negativamente (ad esempio i soldi sono serviti nel caso ad uno scopo sociale), soprattutto a prima vista, ma da anlizzare, prima, per l’appunto, di sentenziare. Cosa che, invece, è puntualmente avvenuta. Nei commenti, nei social, sul web. Tanto da far arrivare un consigliere comunale a scrivere e presentare un’interrogazione sull’argomento. Salvo poi, dopo “dopo aver avuto un chiarimento da parte di un docente ed aver riguardato bene il video”, “deciso di ritirare l’interrogazione: non è proprio il caso di “buttar via il bambino con l’acqua sporca”. Il mio riferimento, se volte perfino invito, è però generale e non circoscritto all’episodio (tanto meno al consigliere),  sebbene abbia riferito nello specifico; il riferimento è ad uso più consapevole degli strumenti della comunicazione: che non significa non usarli, ovviamente. Ma non farsi “dominare” da questi, inseguendo una sorta di “scoop mediatico” e, in questo caso, di inseguimento all’interrogazione consegnata per primi agli uffici comunali su uno specifico tema. Anche perchè, peraltro, il consigliere ha ritirato l’interrogazione, ma sul caso qualche dubbio rimane, basta ascoltare qualche genitore. Sull’argomento, quello “generale” sarebbe interessante, ad esempio, che l’Ordine dei Giornalisti organizzasse a Siena un convegno di studio serio; sugli altri temi, altrettanto importanti, servirebbero approfondimenti. Senza le schizofrenie da slogan e da “mi piace”.

Ps uno: questa sera sarò moderatore all’iniziativa “ Referendum Si e No a confronto per una scelta consapevole”, organizzata dal Pd di Castelnuovo Berardenga a Villa Chigi (ore 21,15). Pd o non Pd e, soprattutto, votare Si o No o astenersi e non astenersi (al riguardo una mia idea ce l’ho, ma evito di enuclearla adesso proprio per rispetto della condizione di “moderatore” questa sera), direi che potrebbe essere l’occasione giusta per informarsi prima del referendum di domenica. Una delle poche iniziative in giro in questo senso, una delle poche (anzi, nessuna) organizzata dal Pd. Per chi non ce la facesse, Radio Siena Tv trasmetterà uno speciale sull’iniziativa domani alle 21:15 sui canali 682 e 669 del digitale terreste e in streaming su http://www.radiosienatv.it.

Ps due: qualche polemica nei giorni scorsi ha riguardato il fatto che Rosario, il “celeberrimo” venditore di rose in città, sia diventato cittadino italiano (e quindi senese). In certe occasioni il concetto di “senesità” mi fa ribrezzo.

Ps tre: un lettore mi segnala come il punto vendita Conad stia “sforando” i limiti relativi agli espositori in Piazza del Campo. Bisognerebbe che qualcuno controllasse, le regole ci sono e devono valere per tutti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Schizofrenia (e tre ps)

  1. Guido ha detto:

    C’è anche qualche schifoso razzista che gli ha dato del “negher” su facebook. Peccato che Rosario, al secolo Samir, sia troppo occupato a celebrare il fatto di essere diventato un cittadino italiano per fare una bella denuncia al suddetto schifoso razzista.

  2. Pingback: Libero Contributo e Rassegna Stampa – Ecco come è andata fra Vigili Urbani e Comune!!! Ma a rimetterci sono i cittadini!!! La Farfalla Rossa che ha spiccato il volo!!! | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...