Vigni, uscita su cui riflettere (e due ps)

C’è da riflettere sull’uscita dal consiglio comunale di Giacomo Vigni, che ha rassegnato le proprie dimissioni (prenderà il suo posto Letizia Maestrini). Non me ne vogliano, ovviamente, coloro che prima e dopo e per ragioni diverse – da Cannamela a Neri e Cortonesi – hanno lasciato gli scranni in Palazzo Pubblico, ma conoscendo da vicino qualità, umanità e vita quotidiana al di fuori della politica di Vigni non posso che rammaricarmi. Giacomo è uomo libero, indipendente da correnti e correntine di questo o di quel partito. Ma, al di là di questo aspetto, di cui posso discorrere poco, è soprattutto una persona che ha avuto grandi e profonde esperienze lavorative e umane ed è un peccato che il consiglio comunale non le abbia più a disposizione. O che, magari, non le abbia “utilizzate” a pieno in questi mesi. C’è dunque di che riflettere, andando oltre alle motivazioni – senz’altro legittime – lavorative e familiari che hanno portato a questa decisione. In una politica che mi appare sempre più distante dai cittadini – e vale per tutti i colori politici, da destra a sinistra, passando per il così detto pseudo “civismo” – c’era e c’è bisogno di persone del genere, che con la così detta “società civile” (e soprattutto con quella degli “ultimi”, come li definiva De Andrè) aveva e ha a che fare quotidianamente. Oltretutto “rappresentanti” di una generazione sempre più schiacciata dalle esigenze quotidiane, senza i privilegi di chi ha qualche annetto in più, e forse anche per questo sempre più distante dalla politica. Meditiamo.

Ps uno: cresce l’export del Made in Siena, notizia positiva anche per SienaTafazzi? (Export).

Ps due: la nascita del nuovo Polo Museale Toscano potrebbe mettere (anzi, ri-mettere) in discussione il trasferimento della Pinacoteca al Santa Maria della Scala, secondo un accordo addirittura datato inizio Duemila con l’allora Ministro Melandri? Possibile, probabile, anche se tale trasferimento avrebbe ancora tempi lunghi, mentre il Polo potrebbe nascere entro breve. Le due cose non apparirebbero dunque in contrasto. E’ quello che sostiene il direttore del Sanata Maria Pitteri. Vedremo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Vigni, uscita su cui riflettere (e due ps)

  1. Pingback: Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – Il FRESCO brucia tutti!!! Un’operetta epica… Viola taglia ancora, tranquilli va tutto bene!!! | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...