Bandiera (e due ps)

Il già avvilente dibattito – almeno fin qui – sul referendum costituzionale si è “arricchito”, si fa per dire, della questione benignana. Personalmente non ho ancora – ahimè – deciso cosa votare, preferisco rifletterci un po’, visto che tempo ne abbiamo. Da una parte provo anche un po’ di invidia (si fa per dire, s’intende) per chi sa adesso dove collocarsi, avendo avuto – evidentemente – già il tempo di spulciare la Costituzione prima e dopo ed edulcorandosi da una battaglia contro o pro Renzi, perchè, per l’appunto ci sarebbe in ballo quella Carta appena celebrata ieri insieme alla Repubblica. Dicevamo in ogni caso della questione Roberto Benigni. E’ stupendo notare come si riesca a tirare per la giacca da una parte o dall’altra questo o quel personaggio, questa o quella opinione. Benigni fino a qualche tempo fa era un “eroe” per qualcuno, “un traditore” per gli altri; ora le cose si sono completamente ribaltate. Incredibile come in una società in cui conta l’ultimo post su Facebook non si possa però cambiare idea, soprattutto quando – magari – lo si fa su un pensiero articolato e approfondito. Sui social si può dire tutto e il contrario di tutto, nella realtà cambiare opinione è reato, figuriamoci farlo usando il cervello, passando in quesot caso dal No al Si o viceversa. E’ la politica, evidentemente, del marchio, forse perchè nelle menti diciamo meno acute è più facile ridurre tutto ad uno schieramento di bandiera-banderuola. Non entro nel merito della decisione di Benigni, non credo che le sorti del mondo dipendano da un blog (qualcuno lo crede…), faccio una mera rfilessione generale. Se è ancora possibile farla. Altrimenti affiderò il mio pensiero a 140 caratteri. E misurerò i “mi piace”, s’intende. Una piccola domandina: ma i partiti – ed il Pd per primo – lo sanno che fra meno di 48 ore si vota per le amministrative e sono coinvolte città come Milano, Napoli e Roma, per esempio?

Ps uno: mi ero ripromesso di non rispondere alle provocazioni, alle insinuazioni, perfino alle offese, perchè tanto per coloro che partono dal presupposto di avere sempre la Verità nei polpastrelli con cui schiacciano i tasti della tastiera del proprio Pc la migliore medicina è l’indifferenza totale. Ed infatti, come direbbero i Peanuts, non rispondo. Specchio specchio, tiè!

Ps due: sugli altri argomenti di giornata rimando al blog “La Martinella” (La Martinella)

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...