Al lavoro (pubblico) e quattro ps

Due milioni di euro sono l’investimento annunciato oggi dal Comune di Siena per i prossimi lavori pubblici (Lavori pubblici). In effetti c’era un gran bisogno perchè le toppe nel centro storico stanno diventando (anzi sono diventate) insopportabili e certe strade inguardabili e soprattuto quasi non utilizzabili. Fermo restando poi le emergenze (cito Baldassarre Peruzzi e Terrensano Belcaro). Ovviamente il dibattito politico si divide: maggioranza che difende l’operato della giunta (“Risanato il bilancio, ora via ai lavori”), opposizione che denuncia opere pressochè inutili e che creano caos. Tutto normale. In effetti soprattutto i cantieri nella zona nord (via Fiorentina), che rimarranno fino ad ottobre, qualche problema lo porteranno. Ma per il resto è una medaglia con due facce: di solito i lavori si fanno in estate perchè senza le scuole e con tanti senesi in vacanza si presume ci siano meno atuomobili e bus in giro; di contro c’è da dire che una città che “deve” fare del turismo un volano per l’economia presentarsi con tanti cantieri non è uno splendido biglietto da visita. Dicotomia normale, anche questa. Di poco normale c’è una città ancora sonnacchiosa, che continua a sbraitare sui social su qualsiasi cosa (altro che capitale europea della cultura, qui siamo capitale mondiali di qualsiasi cosa con tutti questi esperti di tuttologia), ma che assomiglia tanto a quei leoni da tastiera capaci di correre davanti al proprio pc per assestare qualche mera zampata virtuale, senza poi riuscire (quasi mai) ad approfondire un dibattito che è uno. Probabilmente siamo avanti, siamo già proiettati nel mondo dell’intelligenza artificiale.

Ps uno: sempre per la serie “la stampa senese non parla, non sente, non vede”, stasera su Radio Siena Tv altro speciale su Mps. Ribadisco: ad ognuno il suo mestiere.

Ps due: i dati sui flussi turistici pubblicati da Radio Siena Tv fotograno una situazione che evidentemente è meno idilliaca di quello che sembrava ( Dati regione). C’è di che meditare.

Ps tre: c’è ancora una Siena che funziona ed è esempio di livello mondiale (Mario Messina).

Ps quattro: entro breve la fondazione di un nuovo partito a Siena. Gli “indignados smemorati”. Tutti quelli che si indignano di qualsiasi cosa, dimenticando incredibilmente il passato. Coerenza, questa sconosciuta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...