Decidiamoci

L’ultima polemica (si fa per dire), che trovo quantomeno superficiale, è quella a cui (alcuni) operatori hanno dato vita per la pedonalizzazione della zona intorno alla Croce del Travaglio a Siena. Sarebbero penalizzati i turisti e di conseguenza gli operatori della zona stessa (soprattutto gli albergatori), a tal punto da spingere “i turisti a scegliere altre mete”, per l’impossibilità di raggiungere facilmente le strutture stesse. A parte il fatto che la tendenza mondiale è quella di favorire proprio un tipo di turismo “lento”, non oppresso dal traffico e dalle macchine e a parte il fatto che quando cinquanta anni fa Fazio Fabbrini, con grande lungimiranza, si inventò la prima zona a traffico limitato d’Europa ci furono le barricate (nel vero senso della parola), una volta per tutte decidiamoci. Vogliamo il centro storico “libero” dal traffico oppure no? Perchè ho l’impressione che, come per altre tematiche, si tiri la giacchetta dell’amministrazione (o di chi per essa) a seconda di quello che ci fa comodo. Voglio passeggiare per il centro indisturbato? Via a tutte le auto, dovunque. Voglio rifornire in ogni modo il mio negozio? Apertura totale, però insomma, poi i turisti vengono meno perchè c’è smog e traffico. Questo, ovviamente, non significa che i problemi del centro storico siano risolti dalla pedonalizzazione, oppure che non ci saranno anche in futuro per parcheggi, bollini e quant’altro. O che, magari, sia da pianificare meglio l’attracco al centro stesso, con parcheggi e navette, per esempio. Ma, come spesso scrivo, il centro storico è un imbuto in cui ci sono tante esigenze e quasi sempre tutte divergenti fra loro. L’importante è decidersi, con un pizzico di coerenza che non guasta. Guasterebbe.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Decidiamoci

  1. leonardo ha detto:

    ho letto anche io la notizia
    sono gli albergatori che fanno polemica oppure quei residenti che, avendo alcune stanze libere in casa propria, ospitano in casa una tipologia di turisti che cerca una sistemazione differente e più economica da quella professionale di un albergo ? e offrono invece una condivisione di spazi familiari con stanza da letto e colazione tutti insieme in famiglia, ossia un B&B ? c’è differenza tra le due realtà ricettive…..

  2. Pingback: Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – La Massoneria, Profumo e il Monte… Il Martedì dell’Eretico… Don Brunetto scatenato su FACEBOOK | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...