Rimboccarsi (tutti) le maniche (e un ps)

Prima andava tutto sempre bene, adesso va tutto sempre male. Si parte da due premesse diverse, si arriva allo stesso risultato. Ho sempre più questa impressione dopo aver letto i resoconti, diametralmente opposti o quasi, sul “ponte” del 31 ottobre a Siena. Visivamente ed anche nei numeri c’è stato il gran pieno in città. Addirittura alcuni organizzatori di alcuni eventi con i quali ho avuto modo di parlare e che hanno portato a Siena centinaia di “ospiti”, ad esempio per il “Siena International Photo Awards”, si sono dovuti organizzare con alcune case private perchè alberghi e strutture ricettive erano al completo. Tuttavia gli esercenti (o almeno alcuni di essi) da quanto si legge sulle cronache di oggi pare non siano così contenti per la consueta presenza del “mordi e fuggi”. A parte il fatto che con un ponte di tre-quattro giorni non si parla proprio di “mordi e fuggi” ed a parte il fatto che di eventi in città ce ne erano obiettivamente tanti in questi giorni, dove sta la verità? Il resoconto di Susanna Guarino (lamenti) ci fa capire un’altra prospettiva. Il ponte di Ognissanti non è la panacea di tutti i mali cittadini, ma di certo diventa difficile pensare che non si sia lavorato in questi giorni. Di certo se da una parte l’amministrazione comunale deve sforzarsi sempre di fare da “cornice” e continuare a portare avanti politiche di promozione, di organizzazione e di sviluppo, dall’altra sono i privati ad agire in “prima linea”, anche con la politica dei prezzi o con strategie mirate. Perchè la colpa non può essere sempre di qualcun’altro. Gli sforzi vanno fatti da parte di tutti e tutti si devono rimboccare le maniche. Perchè altrimenti si dà un’altra impressione: di parlare con il topo in bocca.

Ps: in un periodo in cui va di moda l’antipolitica, perlomeno i due parlamentari senesi Cenni e Dallai sono fra i più presenti in aula (Parlamento).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...