Fast food

Meno di due settimane al voto referendario e noto solo un parziale (ma non dirò in qualche fronte) miglioramento della gestione comunicativa della campagna referendaria. Si noti bene, ho detto “parziale”. Come è noto mi sarei aspettato una gestione dei contenuti diversa, dal momento che si è di fronte ad un (possibile) cambiamento della Carta Costituzionale, cioè una delle colonne portanti della nostra democrazia (ma su questo avrei qualcosa da ridire…). Invece se sei orientato per il “Si” sei automaticamente “schiavo di Renzi”, se sei orientato per il “No” sei bollato come “bollito”. In entrambi i casi l’errore è palese, ma in un’epoca di sintesi, di uso spasmodico dei post e dei social, una riforma così complessa e su argomenti così profondi tende già di suo ad essere semplificata. Se poi ci si mettono anche i promotori del “Si” e quelli del “No” a conquistare voti a cannonate di slogan, diventa difficile pensare ad un confronto approfondito. Dirò di più: diventa difficile pensare che i cittadini si mettano a leggere tutte le questioni. Più facile cibarsi al fast food della comunicazione politica attuale, dal “Bastaunsi” al “#iovotono”, digerendo come patatine fritte le panzane che ci friggono davanti, siano esse del “Si” o del “No” (avrei qualche esempio, ma non ho voglia di essere schiavo o bollito). Figuriamoci se ci saranno modifiche a questa situazione nelle ultime due settimane di campagna elettorale (perchè ormai a questo siamo, non ad una campagna referendaria). Forse tutta questa agitazione basterà per raggiungere una percentuale di votanti decente al referendum, dubito che, a lungo termine, di questo passo torneremo a percentuali altrettanto decenti di votanti alle prossime elezioni, qualsiasi esse siano.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fast food

  1. Pingback: Editoriale de Il Santo con Rassegna Stampa – La lettera del Procuratore della Repubblica… Inaugurato il nuovo parcheggio scambiatore alla presenza di due attori (o forse no?)! | IL SANTO NOTIZIE DI SIENA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...