Le premesse ci sono tutte

Interessantissimo – politicamente – il dibattito suscitato dal “Corriere di Siena” in queste ultime ore dopo l’intervista al consigliere regionale Stefano Scaramelli, peraltro sempre fucina di batti e ribatti politici sul territorio di Siena e dintorni. Scaramelli spara, Piccini e Valentini rispondono, Masi media: più o meno questo è lo schema che ha riportato il quotidiano – facendo egregiamente il proprio lavoro cronachistico – in queste ore. Ho letto e riletto, ma deve essermi sfuggito qualcosa; forse non sarà questo il momento e sarò incredibilmente sorpreso fra qualche mese, quando la campagna elettorale per le comunali 2018 entrerà nel vivo con la stesura dei “programmi” (le virgolette non sono messe a caso); ma dal dibattito non mi pare emerga, nell’ordine: una proposta “prorompente”, un’idea di futuro, una traccia – almeno un po’ concreta – su cui basare il futuro della città che vada al di là degli slogan, dei nomi del passato, presente e futuro, un disegno per le giovani generazioni. Non mi pare di avere letto niente del genere, a parte le solite frasi su chi ha fatto, chi farà, chi è legato a chi, chi invece no, però, ma si anche no, ecco però te fai il tuo che forse io fo il mio. Insomma le premesse per la consueta campagna elettorale fatta sul niente ci sono tutte. Così è. Poi senza lamentarsi, anche del deserto nelle cabine elettorali. Al niente, infatti, normale che si risponda con il niente.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le premesse ci sono tutte

  1. Matteo ha detto:

    …ti viene in mente che, copio/incollo due Tue definizioni scritte nel pezzo, la “consueta campagna elettorale fatta sul niente” ed il “deserto nelle cabine elettorali” altro non siano se non prodromi di un’ennesima affermazione della solita parte partitica (volevo scrivere politica, ma è una parola, anzi un concetto decisamente troppo alto) che gestisce la Città ed il suo Territorio? Io l’idea che il livello sia volutamente tenuto così basso ce l’ho da tanti anni, perché instillare nella gente comune quel sentimento che Tu spesso manifesti quando scrivi “non mi appassiona”, significa disinnescare tante potenziali mine sul cammino che porta all’ennesima riconferma alla guida della Città e del suo Territorio. Da tanti anni, parimenti, mi chiedo anche cosa ci stia a fare la cosiddetta opposizione…chissà se pure nel 2018 riuscirà a tirare in tribuna l’ennesimo calcio di rigore?
    Buon 2017, carissimo!

    p.s. apprezzo molto il Tuo, quasi quotidiano, spenderti su questo blog per la causa de “i giovani” o de “le giovani generazioni” ma…sbaglio o (anche Tu) inizi a non farne più parte, di quella categoria? 🙂

    • eliofanali ha detto:

      Si Matteo, probabilmente e’ cosi’. Ma certo anche la parte delle “opposizioni” non contribuisce ad un dibattito approfondito, tutt’altro. Se la “maggioranza” lancia il cavallo, insomma, l’opposizione lo nerba sovente, anche in curva quando non ci sarebbe bisogno.
      Auguri anche a te
      Ps: io sono ggiovane dentro….:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...